venerdì 11 ottobre 2019

I due là droni



Questo dimostra il senso del silenzio di coloro che sotto il Suo Altare "LA SUA CROCE" comprendono che la vera salvezza che non è quella corpo rea, ma spirituale. La discussione tra i due diaconi, uno alla destra e l'altro alla sinistra, riassume questo irrazionale accettazione tra gli umani che pensano solo a vivere bene la vita mortale e non lavorare per quella spirituale, già percepibile in quella carnale.

venerdì 27 settembre 2019

per tutti gli abortiti



A proposito della rIsurrezione dai morti, come credevano in quel tempo, soprattutto i Farisei, è da approfondire il cambiamento di chi viveva nel deserto in un mangione e beone insieme a cani e porci per opera dello Spirito Santo. Troppo facile credere ad un Messia che viene in modo austero e non come chi viene a salvare i peccatori e non i giusti.
Per questo Gesù ai suoi chiede: "Chi sono io secondo la gente?". Ed essi risposero: "Per alcuni Giovanni il Battista, per altri E...lia, per altri uno degli antichi profeti che è risorto".
Perciò come lo riconoscerete quando ritonerà per ognuno di voi?
Visto che è già ritornato fin dal terzo giorno dopo la sua morte in croce.

Perchè i cristiani credono che è risorto "secondo le scritture"?
Cosa vuol dire?
E invece come intendeva la resurrezione Nicodemo?

venerdì 20 settembre 2019

ALLUCA SE DICI ...



ATTENZIONE (Lc 16):
L'amministratore cerca di riavere indietro quel che aveva inizialmente sottratto a quei poveracci che si erano lamentati dal padrone. Nel restituirli fa capire a chi è stato frodato da lui che è il padrone l'avido e non lui.
Bisogna approfondire di più, ma attenti che qualcuno può incavolarsi e di certo è il padrone dei vostri corpi verso lo spirito che lo amministra.
Lasciamo perdere che è meglio per chi teme questi demoni. Pochi riescono a lottare con un Dio e a vincerlo pure.
Ma vi assicuro che fino alla vostra morte continueranno a distruggervi, sperando che cadiate sotto quella croce che è la loro arma.

mercoledì 11 settembre 2019

Tralal FA elo MEGA c'è la VIA, la VERITA', la VITA


Disse ancora: "Un uomo aveva due figli. Il più giovane disse al padre: Padre, dammi la parte del patrimonio che mi spetta. E il padre divise tra loro le sostanze. Dopo non molti giorni, il figlio più giovane, raccolte le sue cose, partì per un paese lontano e là sperperò le sue sostanze vivendo da dissoluto. Quando ebbe speso tutto, in quel paese venne una grande carestia ed egli cominciò a trovarsi nel bisogno. Allora andò e si mise a servizio di uno degli abitanti di quella regione, che lo mandò nei campi a pascolare i porci. Avrebbe voluto saziarsi con le carrube che mangiavano i porci; ma nessuno gliene dava. Allora rientrò in se stesso e disse:

Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome:
Quanti salariati in casa di mio padre hanno pane in abbondanza e io qui muoio di fame!

Venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra:
Mi leverò e andrò da mio padre e gli dirò: Padre, ho peccato contro il Cielo e contro di te; non sono più degno di esser chiamato tuo figlio. Trattami come uno dei tuoi garzoni. Partì e si incamminò verso suo padre.

Dacci oggi il nostro pane quotidiano:
Quando era ancora lontano il padre lo vide e commosso gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò.
Il figlio gli disse: Padre, ho peccato contro il Cielo e contro di te; non sono più degno di esser chiamato tuo figlio.
 
Rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori:
Ma il padre disse ai servi: Presto, portate qui il vestito più bello e rivestitelo, mettetegli l'anello al dito e i calzari ai piedi. Portate il vitello grasso, ammazzatelo, mangiamo e facciamo festa, perché questo mio figlio era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato. E cominciarono a far festa.

 
Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male:
Il figlio maggiore si trovava nei campi. Al ritorno, quando fu vicino a casa, udì la musica e le danze; chiamò un servo e gli domandò che cosa fosse tutto ciò. Il servo gli rispose: E' tornato tuo fratello e il padre ha fatto ammazzare il vitello grasso, perché lo ha riavuto sano e salvo. Egli si arrabbiò, e non voleva entrare. Il padre allora uscì a pregarlo. Ma lui rispose a suo padre: Ecco, io ti servo da tanti anni e non ho mai trasgredito un tuo comando, e tu non mi hai dato mai un capretto per far festa con i miei amici. Ma ora che questo tuo figlio che ha divorato i tuoi averi con le prostitute è tornato, per lui hai ammazzato il vitello grasso. Gli rispose il padre: Figlio, tu sei sempre con me e tutto ciò che è mio è tuo; ma bisognava far festa e rallegrarsi, perché questo tuo fratello era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato".

Per diventare un buon Padre bisogna saper perdonare i propri peccati.



venerdì 6 settembre 2019

La VERITA' nel SUO NOME



Lui mi disse che non era bene che io restassi solo e mi volle fare un aiuto che mi fosse simile.
Ma in tutto quel che mi fece vedere non trovai l'aiuto che mi fosse simile.
Allora mi addormentai piangendo.
Mi svegliai e vidi Lei, molto simile a me. Stesse ossa in carne.
Ma avEVA un nome strano, con un significato tipo: "TOLTA dall'UOMO".
Per Lei abbandonai il mio paradiso senza stimoli.

Il resto in un a CAnZONE!

domenica 18 agosto 2019

La Via stretta

La via stretta è l'incarnazione di ogni "piccolo del Cielo" che la sceglie per ascendere nel più alto Dei Cieli. Dio ha creato questo mondo per farci capire come si diventa come Lui. Altrimenti la venuta in questo mondo rimane quella di un semplice animale dall'allevamento o da tenere chiuso dentro uno zoo. Ma questo alla vista di chi non ha ricevuto lo Spirito Santo.