domenica 16 febbraio 2014

PERmesso, graZIE ... scUSA.


 
 
Ai FRAtelli,
TRA coLORO che SONO perFETTI parliAMO,
SI', di SAPIENZA,
ma di una SAPIENZA che NON è DI QUESTO MONDO,
né DEI DOMINA-TORI di QUESTO MONDO,
che VENGOno riDOTTI al NULLA.
ParliAMO inVECE della SAPIENZA di DIO,
CHE E' nel MISTERo, che E' rimASTA nasCOSTA
e che Dio ha STABILIto pRIMA DEI seCOLI per il NOSTRO SEMPRE.
NessUNO DEI DOMINA-TORI di questo mondo l’HA CONOsciuta;
se l’avessero conosciuta,
non avrebbero CRICI-FISSO l'ARTEFICE di TUTTO.
Ma, come sta scritto:
«Quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì,
né mai entrarono in cuore di uomo,
Dio le ha preparate per coloro che lo amano
».
Ma a noi Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito;
lo Spirito inFATTI conosce bene ogni cosa,
anche il TUTTO di DIO.
SUA e nostra
GLORIA!
 
«Non crediate che SI SIA INCARNATO per abolire quello che LUI stesso ha CREATO per CONDURCI nel SUO REGNO. Non E'  venuto a disPREZZARE, ma a darne VALORE. In verità: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino di quanto è stato GIA' stabilito FIN dal PRINCIPIO, senza che tutto sia avvenuto, TERMINATO. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi FINI e insegnerà agli altri TRASgredirli , sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi inVECE li osSERVErà e li inSEGNErà, sarà conSIDERato grande nel regno dei cieli.
InFATTI: se la vostra giustizia non supererà quella degli ANIMAli e delle nome FISICHE, non entrerete nel regno dei cieli.
Avete inteso che è ERRATO uccidere ed è GIU'STO' sottoPORLO al GIU'dizio, ma I VERITA' CHIunQUA si aDIRA' con il proprio FRAtello dovrà essere SOTTOposto al GIU'-DICE. Chi poi dice al fratello: “Stupido”, dovrà essere sotto-posto all'ASSEmblea; e chi gli dice: “PAZZO”, sarà destinato al fuoco della PURIFICAZIONE.
Se dunQUA' tu PRE-SENTI la tua OFFerta daVANTI allo sgaBELLO di DIO e ti riCORDI che tuo FRAtello TRAma CONtro di TE, lascia lì il tuo doNO daVANTIi a DIO e va’ prima a riCONciliARTI con il TUO fraTELLO e poi torna a OFFrire il tuo DOno.
Mettiti presto d’accordo con il tuo avVERSO custODE MEN-TRE 6 in cammino con LUI, afFINché non ti conSEGNI al GIU'DICE che ti riCON-SEGNI alla GUARD-YA, e tu venga gettato in preGIONA. In verità: non né USCIrai FINché non avrai pagato fino all’ultimo spicciolo!
InTENDEte che non si debba comMETTERE ADULTErio, ma in quale MODO premeditato?
IO vi dico: chiunque guarda una PARTE di TE per deSIDERarla, ha già comMESSO ADULTerio con LEI nel proprio cuore. Non FATE in MODO che questo a.C.CADE anche nell'ANIMA.
Se UNO DEI DUE ocCHI d'ESTRO ti è MOTIvo di scandalo, CAValo e GETTalo VIA da te: ti conviene inFATTI PERDERE UNA delle TUE MEmbra, PIU'tTOSTO che TUTTO il RESTO venga gettato nella PURiFIC'AZIONE. E se UNA delle DUE MANi d'ESTRO ti SCANDALIzza, TAGLIala e gettALA via DATE: ti conviene inFATTI PERdare una delle TUE MEmbra, PIU'tTOSTO che TUTTO il RESTO vada a FINIRE nella PURIfic'AZIONE.
E' NOTO che CHI ripuDIA la propria PARTE, le DIA l’atto del ripuDIO. Ma CHIunQUA ripuDIA la propria SUA PARTE daVANTI a DIO, eccetto il caso di unione innaturale, la espone al VERO ADULTerio, e chiunque si UNISCE a questa PARTE ripODIATA, comMETTE VERO ADULTerio.
Sapete ANCHE che fin dal PRINCIPio fu detto: “Non giurerai su quanto non conosci fino in fondo, ma adempirai verso quello che anCORA s'IGNORA nei tuoi GIU'raMENTI”. Ma a questo PUNTO non giurate afFATTO, né per le COSE NEL cielo che fanno parte del trono di Dio, né per le COSE SUlla terra che SONO lo sgaBELLO DEI suoi piedi. E non per-ME-tetTE-vi di GIU'rARE sulla SPOSA del GRANDE RE. Non giurare neppure per te, perché non hai il potere NE'mMENO Suddite. Non vi BASTA decidere su SI e sul NO da FARSI?
Il RESTO non vi apPAR...TIENE».
 
PerCIO' se  osservare i suoi coMANdaMENTI,
essi VI custoDIRANNO;
se avrete fiducia in LUI, VIvreTE.
Egli VI ha POSTo davANTI fuoco e acqua:
 LA' dOVE vuoi tendi la SCELTA.
DavANTI agli uomini stANNO la VITA e l'a-mor te,
il bene e il male:
a ognuno sarà dato ciò che a lui piacerà.
Grande infatti è la sapienza del Signore;
forte e potente, egli vede ogni cosa.
I suoi occhi sono su coloro che lo temono,
egli conosce ogni opera degli uomini.
A nessUNO ha coMANDATO di esseRE emPIO
e a nessUNO ha dato il perMESSO di pecCARE.
 
Come in quei giorni nei QUA'LI' daVIDE daSOLO e disse a CHI lo riconobbe SOLO e non più dOPPIO: «Il REmi ha ordinato e mi ha detto: “Nessuno sappia niente di questa cosa per la quale ti mando e di cui ti ho dato inCARICO”. Ai miei gio'VANI ho dato appuntamento al tal POSTo. Ora però se hai sottomano V pani, damMELI, o altra cosa che si possa trovare». Chi gli ERA diFRONTE riSPOSE a CHI lo VED'EVA: «Non ho sotto-mano pani comUNI, ho solo pani sacri per i tuoi GIO'vani, se si sono alMENO asTENUTI lontani dalle FIGLIE DEI UOMINI».
 
Rispose: «Ma certo! Da LORO CI siAMO asTENUTI da DUE GIO'rni».
All'ORA ricevettero il NUTRImento SACRO, perché non c’era LA' altro che COLUI che si riTIRA dalla presenza del SigNORE.
 
FRA-TElLI', POI-CHE' ABBI-AMO il PADRE come SAPIENTE-DOTE, diVENUTO GRANDE nel PASSARE A.T.traVESRO i CIELI, TRA-MITE il FIGLIO, MAN-TEniAMO FERMA la proFESSIpne della VERA FEDE. InFATTI non ABBI-AMO un PADRE che sapPIA PREndere pARTE alle NOSTRE DEBOLEZZE: egli stesso è stato MESSO alla PROVA in ogni cOSA cOME noi, escluso il PECCATO per il quale NOI siamo nella CARNE. LUI stesso si E' FATTO nella CARNE senza il PECCATO, ma SEMPLICE-MEN-TE a.C.COLTO per COMPIE-RE OGNI GIU'stizia.
a.C-COSTAmoCI d'unQUA' con PIENA FEDE ai SUOI PIEDI, VERO inizio del SUO TRONO di GRAZIE su GRAZIA, per riceVERE miseriCORD-YA e trovare nella SUA GLORIA la nostra GRAZIA, così da essere aiutati al moMENTO opPORT'UNO.

26 commenti:

  1. In quel tempo. Il Signore Gesù andò nella sinagoga; ed ecco un uomo che aveva una mano paralizzata. Per accusarlo, i farisei domandarono a Gesù: «È lecito guarire in giorno di sabato?». Ed egli rispose loro: «Chi di voi, se possiede una pecora e questa, in giorno di sabato, cade in un fosso, non l’afferra e la tira fuori? Ora, un uomo vale ben più di una pecora! Perciò è lecito in giorno di sabato fare del bene». E disse all’uomo: «Tendi la tua mano». Egli la tese e quella ritornò sana come l’altra. Allora i farisei uscirono e tennero consiglio contro di lui per farlo morire. Gesù però, avendolo saputo, si allontanò di là. Molti lo seguirono ed egli li guarì tutti e impose loro di non divulgarlo, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaia: «Ecco il mio servo, che io ho scelto; / il mio amato, nel quale ho posto il mio compiacimento. / Porrò il mio spirito sopra di lui / e annuncerà alle nazioni la giustizia. / Non contesterà né griderà / né si udrà nelle piazze la sua voce. / Non spezzerà una canna già incrinata, / non spegnerà una fiamma smorta, / finché non abbia fatto trionfare la giustizia; / nel suo nome spereranno le nazioni».

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PECORA = ANIMA!
      UOMO = SPIRITO!

      Elimina
  2. nudi??? che oscenita'......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi ti dice che sono NUDI?
      OSCEMITA'!

      Elimina
  3. Benvenuto all' inferno, dissero!!
    Tu sei tutto e il suo contrario.
    Tutto o il nulla, dissero!
    Al posto di salire scendi. Sento un fetore cattivo.
    Andate a prendere chi vi fa del male, dissero.
    Ma tu continui a oziare. Troppo bello e troppo comodo.
    Ottimo, avanti cosi'
    Auguri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. imPRE-VEDIbile SOGNO!
      E tu non ONnipotare.

      Elimina
  4. In quel tempo, i discepoli avevano dimenticato di prendere dei pani e non avevano con sé sulla barca che un pane solo.
    Allora egli li ammoniva dicendo: «Fate attenzione, guardatevi dal lievito dei farisei e dal lievito di Erode!».
    E quelli dicevano fra loro: «Non abbiamo pane».
    Ma Gesù, accortosi di questo, disse loro: «Perché discutete che non avete pane? Non intendete e non capite ancora? Avete il cuore indurito?
    Avete occhi e non vedete, avete orecchi e non udite? E non vi ricordate,
    quando ho spezzato i cinque pani per i cinquemila, quante ceste colme di pezzi avete portato via?». Gli dissero: «Dodici».
    «E quando ho spezzato i sette pani per i quattromila, quante sporte piene di pezzi avete portato via?». Gli dissero: «Sette».
    E disse loro: «Non capite ancora?».

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quante PARTI si può diVIDEre DEI PANI.
      QuANTI PANI sono DEI pani?

      DATTI come PANE, se ti senti come un PANE SOLO.

      Elimina
  5. Risposte
    1. CHE SO'?
      Due spermatozoi e un ovulo?

      Elimina
    2. Ma...qual è il nesso fra il video e quello che c'è scritto sotto?

      Elimina
    3. AhiME' come farai quando incOMIncerò a pubBLICAre le PROfeZIE?
      Ma non ti fai più AIUTARE dalla MONAzza LISE FEN.
      Chiedi a GUS che mi scambia per un vESCIcoLOGO.

      Elimina
    4. In realtà non mi impegno abbastanza

      Elimina
    5. sFORZAti e riUSCIRai, ma è pur VERO che non è colpa tua, ma del TUO ANGELO.
      Sai TRAdurre dal LATINO .. "De Angelis" di FRANCiSCI SuaRez?
      Devi prima risolVERE il rapPORTO con il TUO anGELO e poi poter AMBI-RE a CIELI SUPERiori.

      A te non interessa la STANZA-ABBA'.
      La SETTIMA STANZA

      Elimina
    6. Dici di no?
      Il fatto è anche che mi disturba leggere cose troppo lunghe direttamente dal pc, dovrei stampare tutti i tuoi posts e poi leggerli dalla carta, così mi concentro meglio.

      Elimina
    7. E' nel disTURBO la chiAVE.
      I deMONI inTErROGATI non posSONO esiMErsi dal risPOndERTI.
      I GIU'sti dicono sempre la VERITA' DEI Cieli, ma in un MODO PARTI..colare.

      Elimina
  6. Ah, ah ah ahhh...no, è il tuo bastone a patata :)

    RispondiElimina
  7. no a MELAnZANA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. arRAPAnteMENTE malSANO ... cioè ALLERGICO alla PRIMA-VERA di SEMPRE..

      Elimina
  8. non mi piace molto pero' se sei contento te sono contenta anch'io

    maddalena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'ORA non piace nemmeno a ME!
      Vuoi "VENIRE" con l'AGO e il FILO?

      Elimina
  9. io faccIO l'aGO tu il FIlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo SAI che SOno BASTIano CONTRArio.
      Faccio io l'EGO e tu quelli da sCUCIRE.

      Elimina

Se guardate solo quello che la luce rivela e ascoltate solo quello che il suono vi annuncia, allora in verità, non vedete e non sentite.