giovedì 4 agosto 2016

IO SONO NATO da UNA SUA LACRIMA

 
PER CHI SE-QUE-LA' di TENTARE il SUO SIGNORE SUO DIO:
In questo TEmPO', giunto nei luoghi del SUO PRE-CEDENTE, chiese ai suoi discepoli, alcuni erano stati anche del PRE-CEDENTE: «La gente chi dice che sia il Figlio dell'UOMO?» (non di donna).
Risposero: «Alcuni Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti».
Vabbe', ma VOI alla LUCE di quanto vi ho raccontato, sullo SPIRTO SCESO dal CIELO: «Voi chi dite che IO SONO?» ... adESSO....
SOLO Simone figlio di Giovanni, deto PIETRO, rispose: «Tu sei l'UNTO Figlio del Dio vivente».
E Gesù, A.T.triBUEnDOGLI un'ALTRA GENItoriALITA', gli disse: «Beato te, Simone figlio di GIONA, perché né la carne né il sangue te l'hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli".
Poi se inTENDEte che la PIETRA è la VERITA' sVELATA o che PIETRO in SE può CUSTODIRLA nei SECOLI ... questioni VOSTRE.
Altri pASSI e TEMPII del V°Angelo S.O.S.tengono ENTRA-AMBI.
Ora se il TEMPIO è il CORPO CHI E' la CHIeSA?
SOLO la LANCIA di lonGINO l'HA TASTATA e TESTATA ... conVERTEnDOSI all'ISIS-TANTE.
Sulla questione di LEGARE e SCIOGLIERE VELA l'ASCIO a voi nel capire da che PARTE STARE: tra i LEGATI o gli SCIOLTI.
Poi LUI racconta il SENSO della SUA inCARNA-AZIONE (compreso la NOSTRA).
Poi Simone ritornò ad essere figlio di Giovanni e non di Giona e disse la CAZZATA, ma non era ancora l'ORA!

 
 

8 commenti:

  1. "Indovinello" ai dotti e sapienti.
    Chi è stato calpestato e chi innalzato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CAZZO ... non dirmi che lo sai?

      Elimina
  2. Magari! https://www.youtube.com/watch?v=SaHQQ1u29k8

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ABBRACCIO ACCESO!

      Elimina
    2. Credule, quid frustra simulacra fugacia captas?

      Elimina
    3. So quel che FACCIO e so c'OME prendere gli SPIRITI!

      Elimina
  3. Da una bimba e un pianto nacque lei

    piena di paura e ingenuità

    trasparente agli occhi si affacciò

    dalle chiare ciglia venne giù

    e brillando scese

    lungo quel bel viso

    poi volò col vento su nel cielo.

    Alta sopra al mondo navigò

    vide le stagioni da lassù

    ma la vita in fretta la cambiò

    ora trasparente non è più

    niente più ricordi

    niente amore dentro

    fuori dal suo tempo e fuori dalla sua età nel cielo lassù

    quante volte il vento

    le cantava accanto

    lei non l'ascoltava lei volava.

    Sola nel sole e più in alto

    come se non ci fosse che lei.

    Lei sempre lei lei soltanto

    ad un passo dai sogni suoi.

    Sfida la luna e le stelle

    niente al mondo la fermerà.

    Ma una nuvola buia la rapì

    mille gocce strette accanto a lei

    ora il suo coraggio non ce più

    come pioggia sta scendendo giù:

    cadde sopra un fiore

    aspettò il sereno

    ora verso il cielo più volare non puo finisce così

    lentamente muore

    più non sfugge al sole

    non l'aiuta il vento resta sola.

    Sola nemica del sole

    la sua storia finisce qui;

    grida lontane parole

    ma non c'e chi la salverà.

    Sola più sola di sempre

    non è un sogno non si sveglierà.

    Storia di una lacrima Lyrics powered by musixmat

    la fine che farai tu?

    Don Alfonso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CHE PALLE la PO'eSIA e i PO'eTI.
      Per te farò quella FINE ma le LACRIME non EVAporANO comPLETAmente.

      Elimina

Se guardate solo quello che la luce rivela e ascoltate solo quello che il suono vi annuncia, allora in verità, non vedete e non sentite.