lunedì 6 agosto 2012

Perchè DUBITATE ancora?

Carissimi, vi abbiamo fatto conoscere la potenza e la venuta del Signore nostro Gesù Cristo, non perché siamo andati dietro a favole artificiosamente inventate, ma perché siamo stati testimoni oculari della sua grandezza. Egli infatti ricevette onore e gloria da Dio Padre, quando giunse a lui questa voce dalla maestosa gloria: «Questi è il Figlio mio, l’amato, nel quale ho posto il mio compiacimento». QUESTA VOCE NOI L'ABBIAMO UDITA DISCENDERE DAL CIELO MENTRE ERAVAMO CON LUI SUL SANTO MONTE. E abbiamo anche, solidissima, la parola dei profeti, alla quale fate bene a volgere l’attenzione come a lampada che brilla in un luogo oscuro, finché non spunti il giorno e non sorga nei vostri cuori la stella del mattino.
E se improvvisamente, guardandovi attorno, non videte più nessuno, se non quella VOCE, con VOI, non temete di SCENDERE, ma ORDINATE TUTTI nel NOME del PADRE, del FIGLIO e dello SPIRITO SANTO.

Non avete ancora COMPRESO la RISURREZIONE dai MORTI, di un DIO in ABRAMO, ISACCO e GIACOBBE ... e in TANTI ANCORA.

40 commenti:

  1. io non dubito ma sono guardingo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sempre PRUdente come serpenti.

      Elimina
  2. sempre pronto a mordeRE

    RispondiElimina
  3. che ti avvolgono sempRE

    RispondiElimina
  4. Dal Vangelo secondo Matteo

    [Dopo che la folla ebbe mangiato], subito Gesù costrinse i discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull’altra riva, finché non avesse congedato la folla. Congedata la folla, salì sul monte, in disparte, a pregare. Venuta la sera, egli se ne stava lassù, da solo.
    La barca intanto distava già molte miglia da terra ed era agitata dalle onde: il vento infatti era contrario. Sul finire della notte egli andò verso di loro camminando sul mare. Vedendolo camminare sul mare, i discepoli furono sconvolti e dissero: «È un fantasma!» e gridarono dalla paura. Ma subito Gesù parlò loro dicendo: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!».
    Pietro allora gli rispose: «Signore, se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque». Ed egli disse: «Vieni!». Pietro scese dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. Ma, vedendo che il vento era forte, s’impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!». E subito Gesù tese la mano, lo afferrò e gli disse: «Uomo di poca fede, perché hai dubitato?».
    Appena saliti sulla barca, il vento cessò. Quelli che erano sulla barca si prostrarono davanti a lui, dicendo: «Davvero tu sei Figlio di Dio!».
    Compiuta la traversata, approdarono a Gennèsaret. E la gente del luogo, riconosciuto Gesù, diffuse la notizia in tutta la regione; gli portarono tutti i malati e lo pregavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello. E quanti lo toccarono furono guariti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come si fa a fare una domanda SBALLATA per poi non comprendere la RISPOSTA GIUSTA?

      Ma sulle acque come si VIENE?
      Come si comanda una BARCA?

      Elimina
    2. anche con lo SI'nautico!
      con la TI mona...
      e con la FEDE...al dito!

      Elimina
    3. ... e 15 bare sulla cassa del morto.

      Elimina
    4. perchè 15 e non 12?

      Elimina
    5. Per che di viso due FA SETTE e 1/2

      Elimina
  5. povero angelo il fatto che non vuoi affrontare la realta' la dice lunga.........................HO VINTO IO


    666 alfonso, piero da pavia,anna,maddalena,giovanna,don alfonso e angeloanonimo2 ciao perDENTE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come SEISEISEI ripetitivo.

      Elimina
  6. e per ricordartelo....

    RispondiElimina
  7. Quanto tempo PERSO INUTILMENTE!
    Agli iDIOti non si comanda!
    Fasulli ESSERI polverosi!
    Scuotete le ciMICI che vi divorano
    E se avete FAME,
    NON sputate nel piatto ove mangiate!

    Liberi di SVERNARE altrove

    NON sia questo il POSTO ove defecare...
    La paletta o il sacchetto non ve l'ha dato NESSUNO?

    RispondiElimina
  8. sono stata TROPPO ANNAfFIATA?

    RispondiElimina
  9. MAI DI/SPERARE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace dis...PERDERE!
      Anche DIS...pensare.

      Elimina
  10. E ke aspetti?
    Che trasudi da me l'avo dell'avo?
    O preferisci immergerti nello liquor oramai tossico...

    RispondiElimina

  11. GIOVANNI 2,1-12.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si! ... il VINO ... BUONO!
      E il PANE BUONO?
      Ma cosa vuol dire mangiare la CARNE e BERE il SANGUE del FIGLIO di UN UOMO?

      Elimina


  12. FONDAMENTALE è stata la FEDE che ci sprona a seguirti.
    Chi riconosce in te il Figlio dell'Uomo (di un UOMO, è lo stesso?) è anch'esso Suo Figlio;
    Carne della Sua Carne e Sangue del Suo Sangue.
    Siamo tutti indistintamente Figli Suoi; ma c'è chi fatica a riconoscersi in LUI.
    Il V°Angelo, è stato il Nostro Pastore.
    Chi è ordunque il BUON PASTORE se non il riflesso della Sua Luce?
    CHI veramente ABITA in LUI?
    A chi abbiamo aperto il cancello della nostra anima?
    COMUNIONE e, poi, CONDIVISIONE...del Nostro Signore


    "Non datevi da fare per il cibo che si consuma e si guasta, ma per il cibo che dura e conduce alla vita eterna. Ve lo darà il figlio dell’uomo. Dio ha messo su di lui un segno di approvazione"

    " Il pane venuto dal cielo è diverso: chi ne mangia non morirà. Io sono il pane, quello vivo, venuto dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà per sempre. Il pane che io gli darò è il mio corpo, dato perché il mondo abbia la vita. Io vi dichiaro una cosa: se non mangiate il corpo del figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la vita. Chi mangia il mio corpo e beve il mio sangue ha la vita eterna, perché il mio corpo è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane unito a me e io a lui".

    http://youtu.be/iKgdmZQJDWQ

    E cosa vuol dire essere carne della stessa carne?
    Su, rispondi ora tu figliolo mio pre diletto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preda da letto.
      Non ci casco più.
      Cosa ho a che fare con te ... O donna?
      SERVI...SOLO...per...INCARNARE lo SPIRITO.
      A cosa serve INCARNARSI?
      QUESTO E' il SENSO di NUTRIRSI dell'ESSERE che innun certo MODO ... HA ... anche qualcosa da PERDERE.

      Elimina
  13. Presto prepara un MATER asso!
    Sono stufa si sentire i tuoi tonfi!

    RispondiElimina
  14. però....sei un DOLCE PESO!

    ma non tuonare...
    e chiudi gli occhi
    SE ti bacio per la buonanotte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al MENO posso TUONeggiare liberamente con la finestra aperta?

      Elimina
  15. Se vuoi cambiare gli effetti, cambia le cause.
    L'Eterno risponde. Sempre.

    (Ma, come sempre, resterai aggrovigliato nel tuo orgogl...IO!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli effetti PERSONALI causano altri effetti distorti nella tu amente.
      IO SONO LIBERO!
      Tu non . ancora.
      Il mio orgoglio è pari ad un gorgoglio, un singhiozzo.
      Al massimo un RUTTO!

      Elimina
  16. Chissà perchè quando gli uomini sono presi in castagna
    sono solo capaci di tuonare....o eufemisticamente.....singhiozzare!
    Tu RUTTI ANCHE CON LA BOCCA?

    http://www.youtube.com/watch?v=4xnVn4lDyWA&feature=share&list=AL94UKMTqg-9Az8tz4y3tdmQP_SOyht0V4

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io faccio TUTTO al NATURALE, ma cerco di OPPORMI se scopro che è a FIN di male.
      Perchè se tuonano o singhiozzano bambini e vecchi sono X...donabili?

      Io CONOSCO SIA l'ALFA che l'OMEGA:

      Il MIO AMORE non E' TRASPARENTE .. altrimenti TU non saresti QUI.
      Io non sono un TESTIMONE di UNA PERSONA TRASPARENTE.

      IO SONO TESTIMONE di UN ... VIVENTE e per SEMPRE.

      Elimina
  17. perchè questo è niente a confronto dell'incontinenza!
    Tutto si espande proprio come LUI!
    TU....arrivi fino a QUI?

    o preferisci QUO.....QUA?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me basta FINO dove ... chiAMA LUI.

      Elimina
  18. Dal Vangelo secondo Matteo

    In quel tempo, Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo:
    «Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. Praticate e osservate tutto ciò che vi dicono, ma non agite secondo le loro opere, perché essi dicono e non fanno. Legano infatti fardelli pesanti e difficili da portare e li pongono sulle spalle della gente, ma essi non vogliono muoverli neppure con un dito.
    Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente: allargano i loro filattèri e allungano le frange; si compiacciono dei posti d’onore nei banchetti, dei primi seggi nelle sinagoghe, dei saluti nelle piazze, come anche di essere chiamati “rabbì” dalla gente.
    Ma voi non fatevi chiamare “rabbì”, perché uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli. E non chiamate “padre” nessuno di voi sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello celeste. E non fatevi chiamare “guide”, perché uno solo è la vostra Guida, il Cristo.
    Chi tra voi è più grande, sarà vostro servo; chi invece si esalterà, sarà umiliato e chi si umilierà sarà esaltato».

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.youtube.com/watch?v=VxKQTDm1iSY&feature=related

      ANNA

      Elimina

Se guardate solo quello che la luce rivela e ascoltate solo quello che il suono vi annuncia, allora in verità, non vedete e non sentite.