giovedì 27 dicembre 2012

Non SCHERZAte con SEsteSSO


Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede nel Padre, nel FIGLIO e abbiate fede anche in me. Nella casa del Padre vi sono molti posti. Se non l'avrebbe detto: "Io vado a prepararvi un posto; quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, ritornerò e vi prenderò con me, perchè siate anche voi dove sono io. E del luogo dove io vado, voi conoscete la via. Io sono la via, la verita` e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se conoscete me, conoscerete anche il Padre: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto. Chi ha visto me ha visto il Padre. Non credete che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me; ma il Padre che è con me compie le sue opere.  Credetemi: io sono nel Padre e il Padre e` in me; se non altro, credetelo per le opere stesse (in VOI). In verità, in verità vi dico: anche chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi, perchè io vado al Padre. Qualunque cosa chiederete nel nome mio, la farò, perche` il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò. Se mi amate, osserverete i miei comandamenti. Io preghero` il Padre ed egli vi dara` un altro "Consolatore" perchè rimanga con voi per sempre, lo Spirito di verità che il mondo non puo` ricevere, perche` non lo vede e non lo conosce. VOI LO (ri)CONOSCERETE, perchè egli dimora presso di voi e sara` in voi. Non vi lascerò orfani, ritornerò da voi. Ancora un poco e il mondo non mi vedra` più; voi invece mi vedrete, perchè io vivo e voi vivrete. In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre e voi in me e io in voi. Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi mi ama. Chi mi ama sarà amato dal Padre mio e anch'io lo amerò e mi manifesterò a lui. Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama non osserva le mie parole; la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato. Queste cose vi ho detto quando ero ancora tra voi. Ma il "Consolatore, lo Spirito Santo" che il Padre manderà nel mio nome, egli v'insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto. Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore. Avete udito che vi ho detto: Vado e tornerò a voi; se mi amaste, vi rallegrereste che io vado dal Padre, perchè il Padre è piu` grande di me. [VELO DETTO] adESSO, prima che avvenga, perchè quando avverrà, voi crediate. Non parlerò piu` a lungo con voi, perchè viene il principe del mondo; egli non ha nessun potere su di me, ma bisogna che il mondo sappia che io amo il Padre e faccio quello che il Padre mi ha comandato. Alzatevi, andiamo via di qui".

2 commenti:

  1. "Maria" inVECE stava all'ESTERNO vicino al SEPOLCRO e piangeva. Mentre piangeva, si chinò verso il sepolcro e vide due angeli in bianche vesti, seduti l'uno dalla parte del capo e l'altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù. Ed essi le dissero: "Donna, perché piangi?". Rispose loro: "hANNO PORTATO VIA IL MIO SIGNORE E NON SO DOVE LO hANNO POSTO". Detto questo, si voltò indietro e vide Gesù che stava lì in piedi; ma non sapeva che era Gesù. Le disse Gesù: "Donna, perché piangi? CHI CERCHI?". Essa, pensando che fosse il CUSTODE del GIARDINO, gli disse: "Signore, se l'hai portato via tu, dimmi dove lo hai posto e io andrò a prenderlo". Gesù le disse: "MARIA!". Essa allora, voltatasi verso di lui, gli disse in ebraico: "Rabbunì!", che significa: Maestro! Gesù le disse: "NON MI TRATTENERE, perché non sono ancora salito al Padre; ma và dai miei fratelli e dì loro: IO SALGO al Padre mio e PADRE VOSTRO, Dio mio e DIO VOSTRO". MARIA andò subito ad annunziare ai discepoli: "HO VISTO il Signore" e anche ciò che le aveva detto.

    ANNA INTRONA

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Il primo giorno della settimana, "MARIA" corse e andò da Simon Pietro e "dall’ALTRO DISCEPOLO", quello che Gesù amava, e disse loro: «hANNO PORTATO VIA IL SIGNORE DAL SEPOLCRO e non sappiamo dove l’hanno posto!».
      Pietro allora uscì insieme "all’ALTRO DISCEPOLO" e si recarono al sepolcro. CORREVANO INSIEME insieme tutti e due, ma "l’ALTRO DISCEPOLO" corse più veloce di Pietro e GIUNSE PER PRIMO AL SEPOLCRO. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò.
      Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte.
      Allora ENTRO' anche l’ALTRO DISCEPOLO, CHE ERA GIUNTO PER PRIMO al sepolcro, e VIDE E CREDETTE.

      Elimina

Se guardate solo quello che la luce rivela e ascoltate solo quello che il suono vi annuncia, allora in verità, non vedete e non sentite.