venerdì 24 ottobre 2014

inFATTI olTRE le PAROle


41 commenti:

  1. Ossia? Solo Padre Figlio e Spirito Santo?
    Faccioneeee!!!
    Ma che guardi oltre la luce vedrai e sentirari,.......oserai, soprattutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per adESSO ENTRO nelle TRE TEnDE di CHI apPAR...TENGO.
      Tu SEI da sQUARTA?

      Elimina
    2. Da quinta, pero' non ho lo strumento. :)))

      Elimina
    3. Per culi :-)

      Elimina
    4. Perché??? Per culi di pollo

      Elimina
    5. OVO che esce o mo che entra?

      Elimina
  2. Certo che il finale e' proprio inquietante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In QUIETE ANTE?
      PerC'E'pisci qualche MO'viMENTO?

      Hai per CASO comPRESO il MIO pre...TENDE-RE? SEI re-GINA sENZA o conTEnDA? Tu hai conoSCIENZA del BENE e del MALE in MATERNA-TUrA?
      La VERITA' non la conOSCENE' la carne e NE'meno gli spi-RITI imMONDI che l'ABIT'ANO.

      Elimina
  3. Ho compreso che c' uno strano intreccio fra padri, madri figli e fratelli, mele e fichi.

    RispondiElimina
  4. Di certo mi sono ricordata di quando ero giovane e scappavo di casa per andare non so dove e senza meta...senza il mondo e senza Dio.

    RispondiElimina
  5. Chi la conosce la verità?
    Lo Spirito.
    Mi rispondo da sola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quale?
      Chi?
      Gv 15,26-27
      Gv 16,5-15

      Elimina
  6. In vino veritas...ora vedo.
    Lo Spirito di Verità che procede dal Padre.
    Come fa a parlare lo Spirito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non imPORTA come fa, ma l'mPORT'ANTE che si SENTE.

      Elimina
  7. A te, una cura di gruppo farebbe solo bene... un'orgia però!

    RispondiElimina
  8. Soprattutto in questi ultimi tempi si avverte una forte disuguaglianza soprattutto nella definizione degli....."interessi" collettivi riguardanti diverse situazioni contrastanti e non solo virtuali. Lo so non è una novità! ma VOI siete sicuri di aver compreso bene?
    Un distacco dalla realtà pietosa indebolita dalle necessità o bisogni quotidiani non avviene mai per caso, il problema è che preoccupa molto, si. La determinazione ,il coraggio e la volontà per l'interesse comune parte fondamentale della vita cristiana e non, viene pubblicizzata da personaggi sconosciuti che appaiono misteriosi... predisposti, o al contrario poco equilibrati per consigliare scelte
    coerenti.

    L'ascolto del mondo reale è chiuso nelle stanze sotterranee, forse?

    Tanto lontano? tanto quanto? essi ben lontani da noi blogger per caso dal raccogliere voci o letture di verità che raggruppano clandestinamente, ma nemmeno tanto, questi soggetti in espansione e in cambiamento continuo....ecco perché certi equilibri sono saltati preferendo emigrare.

    Quanta scarsa consapevolezza rende........cieco alla concorrenza? Apparentemente, ma a testa bassa, sembra non accorgersi di nulla.

    Ma, ovviamente, con tutte le carte in... ordine, con la coscienza tacitata dagli addetti ai lavori... consenzienti o meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da QUAle PouLPI o proVIENE questo coPIA e inCOLLA?

      cOSA vuoi dirmi?

      MI sembra TUTTO CHIARO in FINE quantistica.

      Elimina
  9. è un mio post vecchio . vai a leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho LETTO QUI.
      Anche tu in cerca di N.visite?
      Oggi hanno SUPERato il CENTInaio.
      CHIsSA' cOSA hanno comPRESO.

      Elimina

  10. Esistono davvero delle splendide persone che ammiriamo per questa beata libertà..sopratutto quella interiore: bella, eterea, limpida!


    Tuttavia mi chiedo se la spiritualità o perversione di oggi godono ancora di un grado di libertà che il conflitto non consente, o meglio , da che punto di vista e come, non possa davvero esistere la differenza tra un presunto "santo" o un perfetto criminale.? Sento che siamo arrivati ai limiti di confusa... sopravvivenza!


    Io spero non sia così, e mi rendo conto eccome, se non ci si accontenta più della condizione del vivere, dell'intelligenza di come ci rapportiamo con la vita!


    Chissà, forse un giorno qualcuno capirà che la vera libertà non è ne scegliere ne essere scelto, bensì una condizione di limite, paradossale ma reale, è quel limite che va oltre la vita, e della volontà dell’ io, dove quest’ultimo tende e tenderà a non volere mai una leale coscienza del sentire e del fare…tra un occhio limpido e l’altro cieco!


    Quando non si avvertirà nessun cambiamento, nessuna volontà saremo arrivati ai limiti inferiori dell’ aridità del cuore, ben condita però dal volere-avere e pretendere con falsi onnipotenti conflitti… e le indifferenti cadute verso il basso…


    Impossibile, a questo punto, vivere emozioni con sensibilità e sentimento, se non di comodo personale prossima al grado zero… uguale nulla, ne punto a capo!


    E’ così che spesso si manifesta lo scatenarsi della bestia nell’uomo dove vincono solo le passioni malsane, fredde, efficaci, forse, solo all'azione violenta e dove anche lontanamente si riconosce un volto senza volto , soprattutto senza occhi…poi… quel male dentro!


    Il fatto più importante avviene nella totale dissociazione mentale e fisica fortemente voluta dell’io…


    E dunque la convivenza passiva ... indifferente di un cuore arido, ipocrita e cieco...!


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si SALVA SOLO chi VUOL SALVARSI.
      l'E' TUTTO COMPIUTO altro non è che il portare a TERMINE quello che non vorremmo mai che vivessimo.
      Sapere di morire in un CERTO modo e per qualcuno, BENsapendo che SERVE per una rinascita, è cosa GIU'diZIOSA.
      Ma avere il dubbio che tutto sia inutile e, nonostante tutto, continuare imPER-TERRIti per quella VITA ... dove porvi il PECCATO?
      Dove la con d'ANNA?
      E il GIU'diZIO?

      Elimina
  11. Molti di noi hanno dichiarato di avere pochi dubbi, nella convinzione che non c' è altro modo di un pensare concreto se non guardando con i propri occhi e ragionando, come si può, con la propria coscienza.

    In verità posso confermare che il mio sentimento della realtà è stato un inganno, e non sarebbe stato sufficiente, da solo, a dare luce in situazioni davvero drammatiche, ne su ciò che vedevo, ne delle mie emozioni-sensazioni, ma raggiungendo una folle profondità e ancora di più di quella sufficiente per riuscire ad accettare ciò che mi tormentava. In certi momenti ho solo compreso che esistono dei punti di luce che ci evidenziano, più o meno intensi ma divisi da una grandezza immensa, diversa, eppure e comunque ho sperimentato il male, quel male sempre ingiusto per difetto dove esistono dei limiti nella realtà e dove, tuttavia, non esiste un limite al significato che esprime una condizione che ci trascina oltre o al di fuori dall' esperienza umana e molto al di là di questo mondo.

    Questa è fede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Dio. E il Dio di me stessa.

      Elimina
    2. E all'ORA cOSA vuoi da ME?

      Elimina

  12. E quel seno miele,


    il riflesso luce del giorno


    Occhi azzurri di cielo-mare,


    nei raggi del sole incendia la sabbia d'oro.


    Bionda bimba quel giorno al mare..





    Amabili gesti e solitudine...quel giorno più freddo..


    limpide le immagini,


    innocenti nei brividi


    pianti disperati nello specchio della vita


    poi nell 'ombra, in un attimo,


    quel folle vento...


    ti ha portato via...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi la cANTA e la SUOna questa CANzone?

      Elimina
    2. Non saltare le righe. Cerca di ocCUPAre meno spazio.
      STRINGI! VIENI al SODO.

      Elimina
  13. Nessun copia. Controlla pure. Non hai la più pallida idea di quanto faccio fatica. Eppure dovresti comprendere che non esiste un copia...ciò che descrivo e' la mia vita.
    Dovresti saperlo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu non sai nemmeno quello che scrivi?
      Non ti hadetto NULLA l'HADETTO al LAVO-RE?
      SI AMO TUTTI DEI suoi copia e in COLLA.
      APPICCICATICCIA!

      Elimina
    2. Io non appiccico..
      Spiccico...

      Elimina
    3. Cazzotti.

      Elimina
  14. Le righe? Ad ogni passaggio devo riposare. Non sono una scrittrice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando ti fermi alza il POLLICE dal PULSANTE LUNGO della paUSA

      Elimina

Se guardate solo quello che la luce rivela e ascoltate solo quello che il suono vi annuncia, allora in verità, non vedete e non sentite.