lunedì 9 aprile 2018

E chi è Maria di Cleofa?



Io non conosco la Bibbia, anzi cerco chi la conosce per capire se questa MIA PRE-SENZA che SENTO, qualche volta ho visto, dove mi vuol condurre.
Per questo mi vesto da PRO-VOCATORE.
Ti ho solo inVITAto a rileggere quel che è scritto ed a giudicare da te stesso quel che poi hai scritto riportando quel che ha supposto un altro e non tu su questa spiegazione dei teli piegati.
E' pur vero che bisogna capire il greco e stare attenti alle giuste traduzioni (vedi l'induzione cambiata con l'abbandono avverso la tentazione). Per questo ti ho ABBA'DONATO. Per chi cerca di metterci uno contro l'altro. LA RISSA è contenta che ti ha tutto per te.
Ti inVITAi anche nei miei POSTi per nutrirci inSEIme di quello che tu SEI libero di GIU'dicARE.
Io cerco chi pro-voca il MIO ANGELO per poi poter anche io NUTRIRMI di quel che esce dalla bocca di un figlio di Dio (SPIRITO) e non dalla SARX creata per contenerlo.
Al pozzo di Giacobbe di certo era UNA DONNA, perché solo le donne potevano attingere acqua, in quanto vietato agli uomini. E' un mistero che l'uomo che seguirono per preparare la CENA per la Pasqua del Signore, che portava una brocca d'acqua.
Non so ancora se era Marta, per quella parentela verso quell'uomo di casa che Luca non menziona (parla solo di una sorella Maria).
Poteva essere Maria di Betania? Ma dubito che Lazzaro svolgesse faccende domestiche in casa sua. Faceva ben altro a Magdala.
ECCO questo è il MIO POSTo OGGI in ONORE della SANTA del Giorno.

21 commenti:

  1. Nessuno mi appartiene ne io appartengo a nessuno. Hai abbandonato il blog di Gus per colpa mia? Quale sarebbe il motivo?
    Per tanto tempo non ho commentato da Gus, perché non l'hai fatto tu? Qual'è il problema? Invidioso pure tu? E pensare che il tuo personaggio mi è simpatico. Stavolta ti sbagli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io USO gli UNNI per far cadere gli ALTRI.
      Tu hai percepito in ME molto di più di quel che GUS ha capito nei Vangeli e Vecchio Testamento al seguito.

      Elimina
  2. Il problema di Gus è che copia troppo e non comprende bene. Credo che abbia fede ma...FRANCAMENTE non so se sia quella giusta. Non si comporterebbe così, altrimenti. A lui interessano molto anche i grafici, i picchi dei grafici (contavisite) Le discussioni sono volute e provocate apposta. Lavorano in coppia..

    Ma penso che anche a Angelito 😉 piace il soldo, ma tuttavia io ti leggo con più passione al sacrificio. Analizzi sempre con parole tue l' interpretazione della Bibbia, provochi lasciando dei punti di rifessione non semplici da comprendere. Sei avanti tu.
    La Bibbia, il vecchio testamento é assai complesso e complicato, ma gus preferisce i vangeli: è pigro. Nulla mi sorprende più.
    Mi incazzo perché Gus racconta troppe balle per ricordarsele tutte e non è colpa mia. Io osservo molto.
    Consiglio a entrambi di stare molto attenti ai vostri link,Nick, anche se so che sarà molto, molto, molto difficile.
    Quando una è una balenga (nostro termine dialettale) che salta dal un blog all'altro nulla si può fare... credo. Per ovvi motivi,Gus è molto, molto più ipocrita di te. Forse di tutta la piattaforma... dopo di lei.
    Ciao 😘
    PS vieni ancora a commentare da Gus. Ci tengo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo blog lo hai chiuso?
      Il Vangelo è molto più difficile da seguire rispetto al Vecchio Testamento.
      Io non posso costringere a seguire chi va incontro alla morte.

      Elimina
  3. No. L’Antico Testamento pone il fondamento per gli insegnamenti e gli eventi che troviamo nel Nuovo Testamento. La Bibbia è una rivelazione progressiva. Se si tralascia la prima metà di qualsiasi buon libro e si legge solo la fine, sarà difficile comprendere i personaggi, la trama e la conclusione. Nello stesso modo il Nuovo Testamento si comprende completamente solo quando è visto come l’adempimento degli eventi, dei personaggi, delle leggi, del sistema di sacrifici, dei patti e delle promesse dell’Antico Testamento.

    Se avessimo solo il Nuovo Testamento, leggeremo i vangeli senza sapere perché i Giudei aspettavano il Messia (un Salvatore Re). Senza l’Antico Testamento, non comprenderemo perché questo Messia stava venendo (vedi Isaia 53), e non saremo in grado di identificare Gesù di Nazareth come il messia attraverso le molte profezie dettagliate che sono state fatte a Suo riguardo, come ad esempio il luogo della Sua nascita (Michea 5:2); la modalità della Sua morte (Salmo 22, in particolare versetti 1, 7-8, 14-18; Salmi 69:21); la Sua risurrezione (Salmi 16:10) e molti altri dettagli del Suo ministero (Isaia 52:19, 9:2).

    Senza l’Antico Testamento, non comprenderemo le usanze Giudaiche che sono menzionate nel Nuovo Testamento. Non comprenderemo la perversione della legge di Dio operata dai Farisei che avevano aggiunto ad essa le loro tradizioni. Non comprenderemo perché Gesù si infervorò nel ripulire il cortile del tempio. Non comprenderemo il fatto che possiamo usare la stessa saggezza di Cristo nel rispondere a molti dei Suoi avversari.

    I Vangeli e gli Atti degli apostoli nel Nuovo Testamento riportano molti adempimenti delle profezie che erano state scritte centinaia di anni prima nell’Antico Testamento. Nelle circostanze della nascita di Gesù, della Sua vita, dei Suoi miracoli, della Sua morte e della Sua risurrezione raccontati nei Vangeli, troviamo l’adempimento delle profezie dell’Antico Testamento riguardanti la prima venuta del Messia. Questi dettagli avvalorano le affermazioni di Gesù di essere il Cristo promesso. Anche le profezie del Nuovo Testamento (molte delle quali nel libro dell’Apocalisse) si basano su profezie precedenti fatte nei libri dell’Antico Testamento. Queste profezie del Nuovo Testamento riguardano gli eventi della seconda venuta di Cristo. Circa due terzi di tutti i versetti dell’Apocalisse sono basati su, o correlati a, brani dell’Antico Testamento.

    Inoltre, la rivelazione nella Scrittura è progressiva, e quindi il Nuovo Testamento focalizza molti insegnamenti che erano solamente menzionati nell’Antico Testamento. Il libro degli Ebrei descrive il modo in cui Gesù è il vero Sommo Sacerdote e il modo in cui il Suo unico sacrificio sostituisce tutti i sacrifici precedenti, di cui erano solo figure. L’Antico Testamento dà la Legge, che ha due parti: i comandamenti e le benedizioni/maledizioni che derivano dall’obbedienza o la disobbedienza ai comandamenti. Il Nuovo Testamento chiarisce che Dio ha dato questi comandamenti per dimostrare agli uomini che avevano bisogno di essere salvati; non erano mai intesi come un veicolo di salvezza (Romani 3:19).

    L’Antico Testamento descrive il sistema di sacrifici che Dio ha dato agli Israeliti come mezzo temporaneo per coprire i loro peccati. Il Nuovo Testamento chiarisce che questo sistema puntava al sacrificio di Cristo, e che solo il lui c’è la salvezza (Atti 4:12; Ebrei 10:4-10). L’Antico Testamento mostra come il paradiso fu perduto; il Nuovo Testamento mostra come il paradiso è stato riconquistato per l’umanità attraverso il secondo Adamo (Cristo) e come un giorno esso sarà ricreato. L’Antico Testamento dichiara che l’uomo è separato da Dio attraverso il peccato (Genesi capitolo 3), e il Nuovo Testamento dichiara che l’uomo può essere ristorato ed avere di nuovo una relazione con Dio (Romani capitoli 3-6). L’Antico Testamento predice la vita del Messia. I Vangeli fondamentalmente raccontano la vita di Gesù, e le Epistole interpretano la Sua vita e come rispondere a tutto ciò che Egli ha fatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da chi lo hai copiato?
      magari GUS copiasse queste PRO-VOCAZIONI!
      Però è necessario anche ApPRO-FONDIRE le disCORDAnze che perMAGOno sia nel VT che nel NT.
      DANNO' diMENticARE i TESTI APOcrifici.
      Tu TALLONAlo SEmPRE e difendilo da chi lo vuole A.D.ORMEnTARE.
      EcCITALO di conTINUA.

      Elimina
    2. Gus vorrebbe solo un Dio che perdona, misericordioso a pro. Vorrebbe un Papa silenzio e Francesco non lo è per nulla. Anche questo fatto è in contraddizione al suo Santo preferito. Il Papa non a caso si chiama Francesco. La sua ipocrita mentalità di "mafiosetto" la riconosci quando, con parole sue, riesce, almeno, a commentare. Spesso anche i commenti sono copiati. Forse il Gus di qualche hanno fa non c'è più. Difficile capire. Non mi spiego queste modifiche, ripetizioni, rielaborazioni ossessive dei post precedenti.
      Forse riaprirò un blog. Ti darò il link, ma anche tu, ne sono certa, quando la gallina canterà mi tradirai. È più volte.
      PS ricordiamoci che Dio perdonerà tutti, ma ciò non vuol dire che chiuderanno le porte dell'inferno e soprattutto, del purgatorio.
      Il diavolo non mi fa paura.

      Elimina
    3. Vuoi dire APRIRANNO!
      Conosco chi non vuol andare in PARAdiSO.
      GUS è PRE-SU-UNTUOSO e basta.

      Elimina
    4. ANGELO ti TRAdiSCIE SEmPRE quando la raDIOsveglia non SUOna.

      Elimina
  4. Senza l’Antico Testamento non saremo in grado di comprendere le promesse che Dio manterrà nel futuro per la nazione Giudaica. Come risultato, non comprenderemo bene che il periodo di sette anni della tribolazione è un periodo nel quale Dio lavorerà in modo particolare con la nazione Giudaica che ha rifiutato la Sua prima venuta ma che Lo accoglierà alla seconda venuta. Non comprenderemo come il regno futuro di Cristo di 1000 anni coincide con le promesse fate ai Giudei, né comprenderemo come c’entrano i Gentili in tutto ciò. Non vedremo neanche come la fine della Bibbia porta insieme molte cose che erano state dissipate all’inizio della Bibbia, ristorando il paradiso che Dio aveva originalmente progettato.

    Riassumendo, l’Antico Testamento pone il fondamento, e prepara Israele per la venuta del Messia che si è sacrificato per i peccati di tutto il mondo (1 Giovanni 2:2). Il Nuovo Testamento rende nota la vita di Gesù e poi guarda indietro a quanto Egli ha fatto e a come dobbiamo rispondere al Suo dono della vita eterna vivendo le nostre vite in gratitudine per tutto ciò che Egli ha fatto per noi (Romani 12). Entrambe i testamenti rivelano lo stesso Dio, santo, misericordioso e giusto che condanna il peccato ma che desidera avvicinarsi attraverso il sacrificio espiatore di Cristo ad una razza umana caduta nel peccato. In entrambe i testamenti, Dio rivela come venire a Lui attraverso Gesù Cristo. In entrambe i testamenti, troviamo tutto ciò che occorre per la vita giusta ora e la vita eterna in futuro (2 Timoteo 3:15-17).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa non E' VERITA' ma CA'BALLE.

      Elimina
  5. Risposte
    1. Chi scrive o CHI VELO DETTA?
      Tu sai di che VERITA' Gesù parla che ci RENDE LIBERI?
      La CHIeSA conTINUA a cuSTO-DIRLA e DIO continuo a scRIVEre in un modo da BLOCCARE i MOTORI di riCERCHIA.

      Elimina
  6. io sono dalla parte di angelo

    maddalena

    RispondiElimina
  7. La vera Verita' vive nella persona che la riconosce,soprattutto comprendere. E ti appare subito l' essenza delle parole scritte, senza ricercarle troppo. E senza nascondere che anche Dio è stato uomo. Ancora oggi è umano.


    La Bibbia non si limita a smascherare le menzogne su Dio; fa molto di più: rivela la verità riguardo alle sue attraenti qualità. È la sua Parola ispirata e ci permette di “[conoscere] le cose che ci sono state benignamente date da Dio”

    RispondiElimina
  8. Paolo, servo di Dio e apostolo di Gesù Cristo per promuovere la fede degli eletti di Dio e la conoscenza della verità che è conforme alla pietà,nella speranza della vita eterna promessa prima di tutti i secoli da Dio, che non può mentire.Egli ha rivelato nei tempi stabiliti la sua parola mediante la predicazione che è stata affidata a me per ordine di Dio, nostro Salvatore.A Tito, mio figlio legittimo secondo la fede che ci è comune, grazia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesù, nostro Salvatore.
    don alfonso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è stato PURO mandante dell'uccisione di Stefano.

      Elimina

Se guardate solo quello che la luce rivela e ascoltate solo quello che il suono vi annuncia, allora in verità, non vedete e non sentite.