giovedì 27 giugno 2013

RiVELAzione 12



Sarai MIA SPOSA
solo se non SARAi iniQUA'.
In quello STESSO MO'mento
riAVRAi TUTTI i TUOI FIGLI.
ESSEndo STERILE per COLPA MIA
ti detti UNA schiAVA, madre di reliGIOSI.
Tu VOLEsti che IO la RENDEssi MADRE
FU il TUO VOLERE!
Non il MIO:
«Ecco, il Signore mi ha impedito di aver prole;
unisciti alla mia schiava:
forse da lei potrò avere figli».
Lo FECI per te, non per me.
Così, al termine di quel TEMPO,
quando ritornasti da ME,
mi DESTI la TUA SCHIAVA.
COME moglie MELA desti.
A ME, TUO MARITO, TUO SPOSO di SEMPRE.
Ma, quando la TUA SCHIAVA si accorse di essere incinta,
TU sentisti la TRIstezza di non poter
CONTARE più nulla per LEI,
diVENUTA Madre DEI miei FIGLI.
Allora VOLEsti che l'offesa a te
e per te FATTA
riCADESSE su di ME!
DIcendoMI:
«Io ti ho messo in grembo la mia schiava,
ma da quando si è accorta d’essere incinta,
io non conto più niente per lei.
Il Signore sia giudice tra me e te!».
Ma tu non conoscevi la MIA GIUSTIZIA!:
«Ecco, la tua schiava è in mano tua: trattala come ti piace».
Allora LA MALtrattASTI,
tanto che quella si perse dalla TUA PRE-SENZA.
La trovò l’ANGELO del Signore
presso una sorgente d’acqua nel deserto,
la sorgente sulla GIUsta strada che PORTA SU,
e le disse: «DONNA, da dove vieni e dove vai?».
Rispose, la schiAVA:
«Fuggo dalla presenza della mia PADRona».
Le disse l’ANGELO del SIGNORE:
«Ritorna dalla tua PADR-ONA e RESTAle sottoMESSA».
Le disse ancora l’Angelo del Signore:
«Moltiplicherò la tua discendenza
e non si potrà contarTEla,
tanto sarà numerosa».
Soggiunse poi l’Angelo del Signore:
«Ecco, sei incinta:
partorirai un figlio
DIO HA ESAUDITO la SUA GIU'strizia,
perché il Signore ha uDITO il TUO lamento.
Egli sarà come un A SI NO SERVAtico;
la SUA MANO SARA' contro tutti
e la mano di tutti CONTRO di LUI,
e abiterà di fronte a tutti i suoi fratelli.
Come una MEZZA LUNA a MEZZO GIORNO».
ERA l''86 del II^tempo.

Rendete grazie al Signore, perché è buono,
perché il suo amore è per sempre.
Chi può narrare le prodezze del Signore,
far risuonare tutta la sua lode?

Beati coloro che osservano il diritto
e agiscono con giustizia in ogni tempo.
Ricòrdati di me, Signore,
per amore del tuo popolo.Visitami con la tua salvezza,
perché io veda il bene dei tuoi eletti,
gioisca della gioia del tuo popolo,
mi vanti della tua eredità.

«Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. In quel giorno molti mi diranno: “Signore, Signore, non abbiamo forse profetato nel tuo nome? E nel tuo nome non abbiamo forse scacciato demòni? E nel tuo nome non abbiamo forse compiuto molti prodigi?”.
Ma allora io dichiarerò loro:
Non vi ho mai conosciuti.
Allontanatevi da me,
voi che operate l’iniquità!”.
Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia. Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile a un uomo stolto, che ha costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde e la sua rovina fu grande».

Come riconoscerte la SUA AUTORITA'?

30 commenti:

  1. « Ciascuno stia sottomesso alle autorità costituite; poiché non c'è autorità se non da Dio e quelle che esistono sono stabilite da Dio. Quindi chi si oppone all'autorità, si oppone all'ordine stabilito da Dio. E quelli che si oppongono si attireranno addosso la condanna. I governanti infatti non sono da temere quando si fa il bene, ma quando si fa il male » (Romani 13, 1-3)

    « State sottomessi ad ogni istituzione umana per amore del Signore: sia al re come sovrano, sia ai governatori come ai suoi inviati per punire i malfattori e premiare i buoni. Onorate tutti, amate i vostri fratelli, temete Dio, onorate il re » (1 Pietro 2, 13-14.17)

    « Ricorda loro di esser sottomessi ai magistrati e alle autorità, di obbedire, di essere pronti per ogni opera buona » (Tito 3, 1)

    RispondiElimina
  2. Arrivano tempeste di prove e venti che soffiano persecuzioni o diffamazioni, ma la casa è potentissima e non si avverte alcun fastidio.

    Gesù ci chiama a questa spiritualità, ci invita a dare il primato al Vangelo storico, oggi c’è tanta falsità, Lui è la Verità Divina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbe'! Quando LEGGO questi tipi di messaggi ... riconosco CHI ... (cancello).
      IO ATTINGO da CHI mi spiega TUTTO e rimango simpatico a CHI riCONOSCE LUI, anche se facendo FATICA.

      Li VOMITO questi comMENTI di ARRUFFIANAMENTO.
      TUTTI SIAMO IPOCRITI. Lo E' anche DIO ma in un MODO VERO. Sia quando FA l'ATTORE che lo SPETTATORE.
      Soprattutto il CRITICO e il REGISTA.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    3. HO LETTO ... l'ARRUFFIANAMENTO CONFERMATO.

      Elimina
    4. ma non è vero!!! non sono una ruffiana! :)

      Elimina
    5. Prima scrivi qualcosa e poi l'attribuisci ad un altro.
      Io HO scelto l'altro e scarto te per la TUA SICERITA'.
      Tu non sai COME si comporta DIO e per questo sei in collera con il MONDO.
      Pensa un po' che io mi attribuisco il potere di cambiare il VAngelo. SONO COSCIENTE di quello che DICO e FACCIO. Non sarà Certamente DIO a RIMproVERArmi.
      Ma perché non cerchi chi ti COMPRENDE?
      Io non riesco a COMPRENDERE CHI SIMULA il DOLORE o a dimenticare le BOTTE che riceve per il SUO ESSERE.
      Chi è causa del SUO MALE ... pianga se stesso.
      Tu nemmeno PIANGI?
      E non piango nemmeno IO!

      Elimina
  3. Tranne quando le autoità ci impediscono di lodare il nome del Signore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E CHI TELO imPEDIsce?

      Sciò ... sciò!

      Elimina
  4. E sciò sciò cosa?
    E' così...bisogna ubbidire alle autorità...ma Pietro e gli altri negli atti quando le autorità giudaiche non volevano che parlassero alle folle e li hanno messi in galera, poi hanno ubbidito?
    No, hanno continuato a parlare di Cristo risorto.
    Questo per fare un esempio.

    Poi per il resto certo, bisogna essere ubbidienti....ma alla Bestia con dieci teste e dieci corna bisogna ubbidire?
    No.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu VUOI FARE UNA BRUTTA FINE come l'hanno fatta LORO?
      PROVA a dire quello che diceva PIETRO ... adESSO.
      DI' quello che VUOI.
      Non senti il Vescovo di Roma cosa dice?
      COSE PES...ANTI?
      E perchè non lo fanno ancora fuori?

      StuPEDINA!

      Ma tu PENSI che il PERICOLO VIENE dagli UOMINI ... o da DIO?

      STAI ATTENTA a non farti TROVARE imPURA nel momento che SOSTIENI la VERITA'.

      Impara dalle VERE SPOSE che SUBISCONO in SILENZIO.
      Tu preFERISCI che ti stuprano ESTRAnei o lo SPOSO?

      Elimina
    2. Ma che dici?
      CHIsSA' COSA penSERAnno.

      Ti comPRENDO SOLO perchè CONOSCO CHI PUO' SENTIRE ancora dentro di te.

      Il SOLITO ...TRAuDITORE.

      Elimina
    3. Ti dimentichi pure di cambiare proFILO.
      LO SO CHE VORRESTI CHE IO ANDASSI da LORO come sono VENUTO da te, ma LO non si sentono LEBBROSI di SPIRITO )o nello SPIRITO?).

      Ma ANNA dov'è per quella poveRETTA?

      Elimina
  5. NON HO VOGLIA di sVELARE questo:

    Quando Abram ebbe novantanove anni, il Signore gli apparve e gli disse: «Io sono Dio l’Onnipotente: cammina davanti a me e sii integro».
    Disse [di nuovo] Dio ad Abramo: «Da parte tua devi osservare la mia alleanza, tu e la tua discendenza dopo di te, di generazione in generazione. Questa è la mia alleanza che dovete osservare, alleanza tra me e voi e la tua discendenza dopo di te: sia circonciso tra voi ogni maschio».
    Dio aggiunse ad Abramo: «Quanto a Sarài tua moglie, non la chiamerai più Sarài, ma Sara. Io la benedirò e anche da lei ti darò un figlio; la benedirò e diventerà nazioni, e re di popoli nasceranno da lei».
    Allora Abramo si prostrò con la faccia a terra e rise e pensò: «A uno di cento anni può nascere un figlio? E Sara all’età di novant’anni potrà partorire?». Abramo disse a Dio: «Se almeno Ismaele potesse vivere davanti a te!». E Dio disse: «No, Sara, tua moglie, ti partorirà un figlio e lo chiamerai Isacco. Io stabilirò la mia alleanza con lui come alleanza perenne, per essere il Dio suo e della sua discendenza dopo di lui. Anche riguardo a Ismaele io ti ho esaudito: ecco, io lo benedico e lo renderò fecondo e molto, molto numeroso: dodici prìncipi egli genererà e di lui farò una grande nazione. Ma stabilirò la mia alleanza con Isacco, che Sara ti partorirà a questa data l’anno venturo».
    Dio terminò così di parlare con lui e lasciò Abramo, levandosi in alto.

    La CHIESA SA TUTTO! Ed io non voglio fare la MORTE del TOPO!
    IO DEVO PRIMA TROVARE LA SPOSA! E poi CHIUDERO' ... l'AFFARE!

    RispondiElimina
  6. "AfFIN CHE' GUARDIno, ma non VEDAno;
    asCOLTIno, ma non inTENDAno;
    PERCHE' NON SI CONVERTANO E VENGA LORO PERDONATO".

    Allora non bisogna CONVERTIRSI?

    Beato chi teme il Signore e cammina nelle sue vie.
    Della fatica delle tue mani ti nutrirai, sarai felice e avrai ogni bene.
    La tua sposa come vite feconda nell’intimità della tua casa; i tuoi figli come virgulti d’ulivo intorno alla tua mensa.
    Ecco com’è benedetto l’uomo che teme il Signore.
    Ti benedica il Signore da sposare.
    Possa tu vedere il bene della SUA SPOSA tutti i giorni della tua VITA!

    RispondiElimina
  7. Ed ecco, si avvicinò un lebbroso, si prostrò davanti a LUI e disse: «Signore, se vuoi, puoi purificarmi».
    Tese la mano e lo TOCCO' dicendo: «Lo voglio: sii purificato!». E subito la sua lebbra fu guarita.

    Poi gli disse: «Guàrdati bene dal dirlo a qualcuno; va’ invece a mostrarti al sacerdote e presenta l’offerta prescritta come testimonianza PER loro».

    CAPISCI?

    RispondiElimina
  8. Risposte
    1. Chiedi ai SACER-DOTI o ai TEO-LOGHI ... o logi?

      Elimina
    2. "AfFIN CHE' GUARDIno, ma non VEDAno;
      asCOLTIno, ma non inTENDAno;
      PERCHE' NON SI CONVERTANO E VENGA LORO PERDONATO".

      Allora non bisogna CONVERTIRSI?

      E Soprattutto ... conVERTIR...LI'?

      Elimina
  9. Effettivamente le domande le avevo capite, anche perchè sono le stesse medesime che mi pongo anche io...ma sono le risposte che non so.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedilo alla MA' DONNA.

      Scegli tra queste:
      http://perlagloriadimaria.wordpress.com/

      O ne hai TU ... UNA?

      Elimina
  10. ma ridi :)) dopo tanti anni torno a sorridere anch'io!
    Hai capito o no che Dio è deluso?? E' stanco di contemplare "divagazioni" o ritardi. Pur essendo misericordioso stabilisce un tempo per consentire alla persona di ravvedersi. TU NON L'HAI ANCORA CAPITO EH? Vai avanti a perdonare TU!! (ma chi sei?)
    LUI è sempre in attesa della conversione di tutti i peccatori, anche dei più corrotti, e ipocriti... siete in TANTI! ma oltrepassato il limite, comunque incalcolabile, non concederà più Grazie gratis.
    Abbandonerà l’uomo alle sue scelte.
    BEN VI STA'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' VERO! Ha sempre ABBA'donato gli altri a BABBO morto.
      Dio non è deluso, anzi GIOISCE insieme a CHI gli apPAR-TIene.
      Sei tu che non hai capito ancora ... da che parte STAI e non DOVE VUOI STARE!
      Il MIO PERDONO ha un significato TERRIBILE.
      E' racchiuso in quel TUO BEN MI STA'.

      Ti dedico il POSTo in TRI-BUNA ... PAGATO da ME con il MIO SANGUE.

      Riuscirai a conVINCERE il MIO DIO e i suoi LEONI?

      Divertiti. Diventare COME bambini vuol dire AVER BISOGNO ancora del PADRE o della MAMA'.
      Non sarò io a convertirti. Ma SOLO TU se ci riuscirai VISTO che SARAI GIU'dicata con il TUO STESSO GIU'dizio.
      Non potrai riBELLArti contro te stessa!
      O pensi di riuscirci?

      Elimina
  11. mi sono ribellata contro me stessa! tutte le mie difese immunitarie sono impazzite! Credevo di essere IO il male...ma siete VOI!
    eccomi....quasi risorta! Ogni giorno è regalato ..e il bello è che l' ho capito benissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre meglio averlo FUORI il MALE.
      O no?
      CONOSCI gli anticorpi e i VACCINI?
      Povera illusa!
      Anche tu SARAY semplicemente polvere di stelle!

      Elimina
  12. non hai capito! svegliati! non ho paura della morte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IO SONO GIA' RISORTO. Da cosa o da chi mi devo svegliare? Non vai a nANNA stanotte?
      Io non ho PAURA della MORTE di MIA MADRE.
      E tu?

      Elimina
  13. NON VOGLIO PIU' SOFFRIRE ATROCEMENTE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NEMMENO IO PER GLI ALTRI!
      Prima soffrivo per la MIA CARNE e per quella degli altri, ma riuscivo a sopportare quella MIA e quella degli altri. ORA SOFFRO per il MIO SPIRITO che comprende lo SPIRITO DEI gli ALTRI, ma non so darmi pace. Come se un PEZZO della MIA ETERNITA' non l'avrò più con me. Eppure NON vi conoscevo. Come un FIGLIO MAI NATO. Sono venuto a sapere di VOI e non mi so dare PACE.

      Elimina
    2. CAMBIA LETTO!
      Alzati da quel TUO LETTUCCIO. Vieni tra le MIE BRACCIA. Ti faro notare come TUTTI SOFFRONO e anche DIO per TUTTI.
      Se comprenderai la sofferenza di CHI non conosce la VERITA' ... comprenderai cosa vuol dire NON ESSERE DIO.
      Non un DIO opulone, ma VERO GENItore.

      Elimina

Se guardate solo quello che la luce rivela e ascoltate solo quello che il suono vi annuncia, allora in verità, non vedete e non sentite.