lunedì 30 giugno 2014

Per TRE MIS-FATTI e per QUAttro non RE-revocherò il mio decreto con d'Anna



«Per TRE MISfatti e per QUAttro non RE-revocherò il mio decreto con d'Anna, perché hanno venduto il GIU'STO' per denaro e il povero per un paio di SAN d'ALI, essi che calPESTAno come la polVERE della terra la TEsta DEI PO'VERI e fANNO deVIAre il cammino dei MIeSERI, e padre e figlio vANNO dalla stESSA RA-GAZZA, proFANAndo così il mio SANTO nOME. Su vesti pRESE come pegno si stenDONO PREsSO ogni altARE e bevono il vino conFISCAto cOME amMENda nella casa del LORO d'IO. EpPURE io ho sterMINATO daVANTI a loro l’AMOR-REO, la cui staTUra era come quella dei cEDRI e la forza come quella della quERCIA; ho stRAPPAto i SUoi frutTI in alto e le sue raDICI di SOtto. Io VI HO FATTO salire DALLA TERRA e vi ho conDOTTO per QUArant’ANNI nel deSErto, per darvi in PO'sSESSO la TERra dell’AMOR-REO. Ecco, vi farò afFONDAre nella TErRA, cOME afFONDA un CArRO QUAnDO è TUtto caRICO di cOVOni. All'ORA NEmMENO l’uOMO AGIle POtrà PIU' FUggiRE né l’uOMO forTE USAre la sua fORZA, il pRODE e non salVERA' la sua VITA né l’ARCIere REsistERA', non si salVERA' il corRIDOre né il CAVAlieRE salVERA' la SUa VITA. Il più COR-RAGGIO-SO fra i pRODI FUgGIRA' NUDO in quel giORno!».ORAcolo del S'IGNO-RE.



«Perché vai ripetendo i miei decreti e hai sempre in bocca la mia alleanza, tu che hai in odio la disciplina e le mie parole ti getti alle spalle?  Se vedi un ladro, corri con lui e degli adùlteri ti fai compagno. Abbandoni la tua bocca al male e la tua lingua trama inganni.  Ti siedi, parli contro il tuo fratello, getti fango contro il figlio di tua madre. Hai fatto questo e io dovrei tacere? Forse credevi che io fossi come te! Ti rimprovero: pongo davanti a te la mia accusa.  Capite questo, voi che dimenticate Dio, perché non vi afferri per sbranarvi e nessuno vi salvi. Chi offre la lode in sacrificio, questi mi onora; a chi cammina per la retta via mostrerò la salvezza di Dio».

12 commenti:

  1. MIO ESTRO, ti seguirò dovunque tu vada

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo.

      Elimina
    2. Che bello, mi sembra di essere a teatro.

      Elimina
    3. Sul PALCO e SOppalco?

      Elimina
  2. S'IGNORE, perMETTIMI di anDARE pRIMA a sepPELLIre i MIEI GENItori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SEGUI ME, e laSCIA che i mORTI SEppelLISCAno i loro mORTI.

      Elimina
  3. Ma
    recitate il Vangelo?
    Messa in scena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A.T.tenta alla FINE OMEglio al FINE.

      Elimina
  4. Seguire sempre con amore e ubbidienza.

    RispondiElimina
  5. Seguire sempre con amore e ubbidienza.

    RispondiElimina

Se guardate solo quello che la luce rivela e ascoltate solo quello che il suono vi annuncia, allora in verità, non vedete e non sentite.