domenica 23 settembre 2012

La VERITA' su questo mondo

C'è chi non vuole leggere la Bibbia perchè non vuole credere a qualcosa scritta da uomini, dimenticandosi che SIAMO DEI e il PADRE si è incarnato in un FIGLIO di DONNA, sostenendo di ESSERE e di farci conoscere il FIGLIO dell'UOMO.

Per me è COSA di tuttu i GIORNI, sia in terre dove COMANDA "LA FAMIGLIA" che in quelle dove co' manda L'A GENTE:

[Dissero gli empi:]
«Tendiamo insidie al giusto, che per noi è d’incomodo e si oppone alle nostre azioni; ci rimprovera le colpe contro la legge e ci rinfaccia le trasgressioni contro l’educazione ricevuta.
Vediamo se le sue parole sono vere, consideriamo ciò che gli accadrà alla fine.
Se infatti il giusto è figlio di Dio, egli verrà in suo aiuto e lo libererà dalle mani dei suoi avversari.
Mettiamolo alla prova con violenze e tormenti, per conoscere la sua mitezza e saggiare il suo spirito di sopportazione.
Condanniamolo a una morte infamante, perché, secondo le sue parole, il soccorso gli verrà».

Fratelli miei, dove c’è gelosia e spirito di contesa, c’è disordine e ogni sorta di cattive azioni. Invece la sapienza che viene dall’alto anzitutto è pura, poi pacifica, mite, arrendevole, piena di misericordia e di buoni frutti, imparziale e sincera. Per coloro che fanno opera di pace viene seminato nella pace un frutto di giustizia.
Da dove vengono le guerre e le liti che sono in mezzo a voi? Non vengono forse dalle vostre passioni che fanno guerra nelle vostre membra? Siete pieni di desideri e non riuscite a possedere; uccidete, siete invidiosi e non riuscite a ottenere; combattete e fate guerra! Non avete perché non chiedete; chiedete e non ottenete perché chiedete male, per soddisfare cioè le vostre passioni.
In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli attraversavano la Galilea, ma egli non voleva che alcuno lo sapesse. Insegnava infatti ai suoi discepoli e diceva loro: «Il Figlio dell’uomo viene consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma, una volta ucciso, dopo tre giorni risorgerà». Essi però non capivano queste parole e avevano timore di interrogarlo.
Giunsero a Cafàrnao. Quando fu in casa, chiese loro: «Di che cosa stavate discutendo per la strada?». Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. Sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti».
E, preso un bambino, lo pose in mezzo a loro e, abbracciandolo, disse loro: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato».
(dalle scritture Liturgiche di OGGI: San Pio da PietreELcina, già Francesco ForgiONE).

15 commenti:

  1. Frequentavo la Chiesa,senza capire, come tutti i ragazzi di quella età,poi la ragione mi ha portato a leggere " le Scritture" per capire e allora ho cambiato pensiero e frequentazioni.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quali?
      Non sai che sono ancora in fase di studio?
      Spero che il CUORE non ti dica di giudicarle MALE senza APPROFONDIRLE.

      Sei nella media, anzi nella MAGGIORANZA.

      SOLO LO SPIRITO SANTO PUO' sCHIARIrTELE, essendo molto o...SCURE di un DIO molto più o... SCURO in volto.

      Elimina
  2. Si va al Padre solo attraverso il Figlio. Chi cerca di arrivare al Padre ignorando la sua esperienza terrena, in nome del Padre commette nefandezze. Il Padre diventa il Dio delle guerre. Come ha fatto Bush.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole SANTE e pure sacre.
      E' giusto!
      E' il PADRE che va incontro al FIGLIO quando ritorna da LUI per prendere l'altra parte dell'eridità del Padre (quella del FRATELLO). Nè il Padre e nè il fratello SANNO come ha sperperato e LUI STESSO, il FIGLIO, ha perso un po' di speranza e di fede in chi pensava migliore, ma non è detta l'ULTIMA PAROLA.

      La CARITA' DA' SEMPRE FRUTTI e nel momento opportuno potrà sempre contare in CHI, in un certo modo li ha voluti bene.

      Elimina
  3. Venite a ME FRATELLI MIEI, affinchè LUI possa riconoscere i NUOVI FIGLI aDOTTIvi.

    RispondiElimina
  4. nenache per sogno tu invece devi venire da me

    666

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io VENGO dove e in CHI ... VOGLIO.

      Elimina
  5. cioe' da me perche lo so che sotto sotto sei attratto da me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SOTTO sotto fino a quanto?
      Ti VEDO e ti sento a TRATTI.

      Elimina
  6. la verita' la verita' ascolta e concentrati udisci e parlami oramai tu non sai nenche chi sei ma io lo so gia' da tempo

    RispondiElimina
  7. Esci dalla tua terra e và
    Esci dalla tua terra e va'
    dove ti mostrerò.
    Esci dalla tua terra e va'
    dove ti mostrerò.
    Abramo non partire, non andare,
    non lasciare la tua terra,
    cosa speri di trovar?
    La strada è sempre quella,
    ma la gente è differente, ti è nemica,
    dove speri di arrivar?
    Quello che lasci tu lo conosci,
    il tuo Signore cosa ti dà?
    "Un popolo, la terra e la promessa",
    parola di Jahvè:

    Esci dalla tua terra...
    La rete sulla spiaggia abbandonata
    l'han lasciata i pescatori,
    son partiti con Gesù.
    La folla che osannava se n'è andata,
    ma il silenzio una domanda
    sembra ai dodici portar:
    Quello che lasci tu lo conosci,
    il tuo Signore cosa ti dà?
    "Il centuplo quaggiù e l'eternità",
    parola di Gesù.

    Esci dalla tua terra...
    don alfonso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dammi tempo!
      E' diventata COME sabbia ... mobile.
      Ma...no BASTO...no?

      Elimina
  8. la verita' la so solo io

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PU RE' io.
      MI CA TE LA DI CO.

      Elimina

Se guardate solo quello che la luce rivela e ascoltate solo quello che il suono vi annuncia, allora in verità, non vedete e non sentite.