mercoledì 3 aprile 2013

GENI tori o TALI e quali?

«Raccontaci, Maria:
che hai visto sulla via?».
«La tomba del Cristo vivente,
la gloria del Cristo risorto,
e gli angeli suoi testimoni,
il sudario e le sue vesti.
Cristo, mia speranza, è risorto:
precede i suoi in Galilea
».
 
Ho arato con le MIE MANI e innaffiato con le MIE LACRIME.
Potato TUTTO quello che non era TUO in ME.
AdESSO, FINALMENTE, SEI TORNATO

In quei giorni, SALIVAMO sconsolati al tempio per la preghiera delle tre del pomeriggio.
Qui di solito veniva portato un uomo, storpio fin dalla nascita; lo ponevano ogni giorno presso la BELLA porta del tempio, per chiedere l’elemosina a coloro che entravano nel tempio. Costui, VEDENDOCI, che stavano per entrare nel tempio, CI pregava per avere un’elemosina.
Allora, LO fissAmMO con la mente e l'ANIMA del NOSTRO SIGNORE, e dicemmo: «Guarda verso di noi». Ed egli si volse e CI GUARDO', sperando di ricevere da loro qualche cosa. IO gli dissi: «Non possiedo né argento né oro, ma quello che ho te lo do: nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno, prendi la MIA MANO e àlzati e cammina!». LUI prese la MIA mano destra e SI sollevò.
Di colpo i suoi piedi e le caviglie si rinvigorirono e, balzato in piedi, si mise a camminare appoggiandosi a noi; ed entrò con NOI NEL TEMPIO camminando, saltellando e lodando Dio
.
Tutto il popolo lo vide camminare e lodare Dio e riconoscevano che era colui che sedeva a chiedere l’elemosina alla BELLA PORTA del tempio, e furono ricolmi di meraviglia e stupore per quello che gli era accaduto.

Era il primo della setti-mana e i "due disce-poli" usci-vano dalla CITTA-SANTA e conVERSA-vano tra loro di tutto quello che era acCADUTO.
Mentre conVERSA-VANO e disCUTE-vano insieme, SI avVICINO' UNA PERSONA e si inCAMMINO' con loro. Ma i loro occhi erano imPEDITI a riCONOSCERLO. Ed EGLI disse loro: «Che cosa sono questi discorsi che state facendo tra voi lungo il cammino?». Si fermarono, col volto triste; uno DEI due, (quello di nobile stirpe) gli rispose: «Solo tu sei forestiero quiGIU'! Non sai ciò che vi è accaduto in questi giorni?». Domandò loro: «Che cosa?». Gli risposero: «Ciò che riguarda QUI giùSU', il PURO e CASTO, che fu proFETO POTENTE in OPERE e in PAROLE, davanti a Dio e a tutto il popolo; come i capi dei sacerDOTI e le nostre autorità lo hanno consegnato per farlo condANNAre a morte e lo hanno crociFISSO. Noi speravamo che egli fosse coLUI che avrebbe liberato NOI COMBATTENTI; con tutto ciò, sono passati tre giorni da quando queste cose sono accadute. Ma alcune donne, delle nostre, ci hanno sconvolti; si sono recate al mattino alla tomba e, non avendo trovato il SUO CORPO, sono venute a dirci di aver avuto anche una visione di angeli, i quali affermano che egli è vivo. Alcuni dei nostri sono andati alla tomba e hanno trovato come avevano detto le donne, ma lui non l’hanno visto».
Disse loro: «Stolti e lenti di cuore a credere in tutto ciò che hanno detto i profeti! Non bisognava che il Cristo patisse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?». E, cominciando dal PRIMO e da tutti i proFETI, spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui.
Quando furono vicini al villaggio dove erano diretti, egli fece come se dovesse andare più lontano. Ma essi insistettero: «Resta con noi, perché si fa sera e il giorno è ormai al tramonto». Egli entrò per rimanere con loro. Quando fu a tavola con loro, prese il pane, recitò la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero. Ma egli sparì dalla loro vista. Ed essi dissero l’un l’altro: «Non ardeva forse in noi il nostro cuore mentre egli conversava con noi lungo la via, quando ci spiegava le Scritture?».
Partirono senza indugio e fecero ritorno alla CITTA'SANTA, dove trovarono riuniti gli ALTRI 11 e gli altri che erano con loro, i quali dicevano: «Davvero il Signore è risorto ed è apPARSO a Simone!». Ed essi narravano ciò che era accaduto lungo la via e come l’avevano riconosciuto nello spezzare il pane.

STRANierO  sTRA-NiERI

43 commenti:

  1. Ti amo, Signore, mia forza,

    Signore, mia roccia, mia fortezza, mio liberatore,
    mio Dio, mia rupe, in cui mi rifugio;
    mio scudo, mia potente salvezza e mio baluardo.

    Invoco il Signore, degno di lode,
    e sarò salvato dai miei nemici.

    Mi circondavano flutti di morte,
    mi travolgevano torrenti infernali;

    già mi avvolgevano i lacci degli inferi,
    già mi stringevano agguati mortali.

    Nell'angoscia invocai il Signore,
    nell'angoscia gridai al mio Dio:
    dal suo tempio ascoltò la mia voce,
    a lui, ai suoi orecchi, giunse il mio grido.

    La terra tremò e si scosse;
    vacillarono le fondamenta dei monti,
    si scossero perché egli era adirato.

    Dalle sue narici saliva fumo,
    dalla sua bocca un fuoco divorante;
    da lui sprizzavano carboni ardenti.

    Abbassò i cieli e discese,
    una nube oscura sotto i suoi piedi.

    Cavalcava un cherubino e. volava,
    si librava sulle ali del vento.

    Si avvolgeva di tenebre come di un velo,
    di acque oscure e di nubi come di una tenda.

    Stese la mano dall'alto e mi prese,
    mi sollevò dalle grandi acque,

    mi liberò da nemici potenti,
    da coloro che mi odiavano
    ed erano più forti di me.

    Mi assalirono nel giorno della mia sventura,
    ma il Signore fu il mio sostegno;

    mi portò al largo,
    mi liberò perché mi vuol bene.

    Il Signore mi tratta secondo la mia giustizia,
    mi ripaga secondo l'innocenza delle mie mani,

    perché ho custodito le vie del Signore,
    non ho abbandonato come un empio il mio Dio.

    I suoi giudizi mi stanno tutti davanti,
    non ho respinto da me la sua legge;

    ma integro sono stato con lui
    e mi sono guardato dalla colpa.

    Il Signore mi ha ripagato secondo la mia giustizia,
    secondo l'innocenza delle mie mani davanti ai suoi occhi.

    Con l'uomo buono tu sei buono,
    con l'uomo integro tu sei integro,

    con l'uomo puro tu sei puro
    e dal perverso non ti fai ingannare.

    Perché tu salvi il popolo dei poveri,
    ma abbassi gli occhi dei superbi.

    Signore, tu dai luce alla mia lampada;
    il mio Dio rischiara le mie tenebre.

    Con te mi getterò nella mischia,
    con il mio Dio scavalcherò le mura.

    La via di Dio è perfetta,
    la parola del Signore è purificata nel fuoco;
    egli è scudo per chi in lui si rifugia.

    Infatti, chi è Dio, se non il Signore?
    O chi è roccia, se non il nostro Dio?

    Il Dio che mi ha cinto di vigore
    e ha reso integro il mio cammino,

    mi ha dato agilità come di cerve
    e sulle alture mi ha fatto stare saldo,

    ha addestrato le mie mani alla battaglia,
    le mie braccia a tendere l'arco di bronzo.

    Tu mi hai dato il tuo scudo di salvezza,
    la tua destra mi ha sostenuto,
    mi hai esaudito e mi hai fatto crescere.

    Hai spianato la via ai miei passi,
    i miei piedi non hanno vacillato.

    Ho inseguito i miei nemici e li ho raggiunti,
    non sono tornato senza averli annientati.

    Li ho colpiti e non si sono rialzati,
    sono caduti sotto i miei piedi.

    Tu mi hai cinto di forza per la guerra,
    hai piegato sotto di me gli avversari.

    Dei nemici mi hai mostrato le spalle:
    quelli che mi odiavano, li ho distrutti.

    Hanno gridato e nessuno li ha salvati,
    hanno gridato al Signore, ma non ha risposto.

    Come polvere al vento li ho dispersi,
    calpestati come fango delle strade.

    Mi hai scampato dal popolo in rivolta,
    mi hai posto a capo di nazioni.
    Un popolo che non conoscevo mi ha servito;

    all'udirmi, subito mi obbedivano,
    stranieri cercavano il mio favore,

    impallidivano uomini stranieri
    e uscivano tremanti dai loro nascondigli.

    Viva il Signore e benedetta la mia roccia,
    sia esaltato il Dio della mia salvezza.

    Dio, tu mi accordi la rivincita
    e sottometti i popoli al mio giogo,

    mi salvi dai nemici furenti,
    dei miei avversari mi fai trionfare
    e mi liberi dall'uomo violento.

    Per questo, Signore, ti loderò tra le genti
    e canterò inni al tuo nome.

    e' successo davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma è in completo!
      MANCA:

      Davanti al suo fulgore passarono le nubi,
      con grandine e carboni ardenti.

      Il Signore tuonò dal cielo,
      l'Altissimo fece udire la sua voce:
      grandine e carboni ardenti.

      Scagliò saette e li disperse,
      fulminò con folgori e li sconfisse.

      Allora apparve il fondo del mare,
      si scoprirono le fondamenta del mondo,
      per la tua minaccia, Signore,
      per lo spirare del tuo furore.

      E anche:

      Egli concede al suo re grandi vittorie,
      si mostra fedele al suo consacrato,
      a Davide e alla sua discendenza per sempre.

      Elimina
    2. Come tutti gli DEI ... piace essere RICONOSCIUTO per quello che E'.

      Elimina
  2. ehm me la spieghi *-* ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica posso fare il COPIA e INCOLLA di TUTTA la BIBBIA ... compresa quella apocrifa.

      Elimina
  3. non ci stava tutto! :)
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, COMPRENDO, ma un pezzo mancante è ABBA'stanza centrale e IMPORTANTE!

      Elimina


  4. giusto per capire quanto SEI PARTE DI ME!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. POCO.
      Solo la parte MATERIALE che ti lascerò.

      Elimina
  5. insomma che vuoi da me?o questo o niente

    Sara

    RispondiElimina
  6. Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 24,35-48.
    Essi poi riferirono ciò che era accaduto lungo la via e come l'avevano riconosciuto nello spezzare il pane.
    Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona apparve in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!».
    Stupiti e spaventati credevano di vedere un fantasma.
    Ma egli disse: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore?
    Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa come vedete che io ho».
    Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi.
    Ma poiché per la grande gioia ancora non credevano ed erano stupefatti, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?».
    Gli offrirono una porzione di pesce arrostito;
    egli lo prese e lo mangiò davanti a loro.
    Poi disse: «Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi».
    Allora aprì loro la mente all'intelligenza delle Scritture e disse:
    «Così sta scritto: il Cristo dovrà patire e risuscitare dai morti il terzo giorno
    e nel suo nome saranno predicati a tutte le genti la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme.
    Di questo voi siete testimoni.
    don alfonso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma CHI IO?
      Io PIE'...TRA?

      Eppure E' semplice per CHI ha RIVISSUTO quei MO'MENTI.

      Brutti scherzi fa la PASSIONE.

      Elimina
    2. dOVEvi scrIVEre PASSI...ONE se nONOn capiscONO con PIE'.

      Elimina
    3. Ma l'HO sPIE-GATA la lAVAta di PIE'..di SPIRITO.

      Elimina
    4. Non COMPREnDONO perchè TU non PUOI lavare LORO i piedi.

      Elimina
    5. Per questo NEMMENO il BOCCONE in BOCCA.

      Elimina
    6. Ma il nome Alfonso deriva da Alfa?

      Elimina
  7. Ed e' proprio li che ti prenderò per la CODA!
    O preferisci il CAPO schiacciato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendimi per la BOCCA ... se hai il CORAGGIO.

      Elimina
  8. Già fatto!!!!
    Ed e' stato dolcissimo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quale bocca hai preso?
      Quella dello stomaco?

      Elimina
    2. Sentivi già le farfalle? :))

      Elimina
    3. NO! Sempre MORSI e li preFERISCO a quelli che ho sentito in TESTA per unPERIODO.
      Ma LUI mi ha SALVATO.

      Elimina
    4. macchè!

      levaci una YATA

      e con il resto AMA e fa quel che vuoi

      Elimina
    5. IO REALmente AMO e non sai quanto ne SOFFRO.
      (Ap 3,19)

      Elimina
  9. lo amo anima nostro signore
    Guarda verso di noi
    ci guardo
    io Non possiedo né argento né oro, ma quello che ho te lo do: nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno (la mia mano) alzati e cammina!.

    lui mia si

    noi nel tempio..

    Bella porta

    ho estrapolato tutte le parole in grassetto e in maiuscolo della prima parte...
    che significato hanno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno sostiene che il MaiUSCOLO sia pornograFIVO.

      adESSO che leggo non gli darei tutti i ... TORTI.

      Elimina
  10. ma quand'eri piccolo ti piacevano i rebus??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NO!
      Mi piacciono ancora i QUIZ e i TEST ATTITUDINALI, ma solo MATEMATICI. ULTIMAmente ... sto notando la GRANDIOSITA' della TERMINOLOGIA ITALIANA tra etimologia e cazzeggioLOGIA.

      Elimina
  11. quante cazzate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra di non farcela. Non finiscono MAI. SONO INVASO da VERMICIATTOLI che schiaccio continuamente e non mi accorgo che è quello che vogliono per nutrirsi meglio tra di loro.

      Elimina
  12. Tu stai tranquillo che sarai il PRIMO che farò chiamare! TUTTO è nato per CAUSA TUA! Dillo al TUO PADRONE, al mio ANGELO DI COMO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho PADRONI ma molti amici nei TUOI TRIBUNALI. So come funziona! Dovresti essere esperta nel vedere COSA succede nel mondo.
      Anche tu PATTEGGERAI o chiederai o marcherai VISITA psichica?

      Sai quello che vuoi infliggere e non NOTI quello che stai SCONTANDO.

      Elimina
    2. Non ti preoccupare AMICA MIA.
      Lui ha conservato tutte le tue molestie.
      IO tutti le tue BELLEZZE, specie quelle di invito a RIDERCI SOPRA.

      Io NON HO PADRONI, ma un PADRE che è TERRIBILE se TOCCANO il FIGLIO.

      La SOLITA storia di faziosità FAMIGLIARE.
      La terra è simile al CIELO.

      E MIO PADRE HA TANTISSIMI SERVI pure senza scrupoli. Veri DEMONI, ma io sto scegliendo gli ULTIMI ANGELI rimasti qui, sperando che non siano MORTI nel CADERE.

      Mi bastano un TERZO dei SUOI.

      Elimina
  13. COLPA TUA MALEDETTO ANGELO TUA SOLO TUA

    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LO SO.

      Ma tu CREDI nella GIU'stizza divina?

      Elimina
  14. no, ma nella immonDIZIA divina si!!


    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La TUA debOLEZZA è la TUA STIZZA!

      Non immagini come si è inTORciliata la LINGUA di Satana quando LO ha visto ELIMINATO dal suo sguardo.

      E mo' dove lo PESCHI quel GE..SU'?

      Elimina
  15. da te che sei li che aspetti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quali e quanti ... asPETTI?

      Elimina

Se guardate solo quello che la luce rivela e ascoltate solo quello che il suono vi annuncia, allora in verità, non vedete e non sentite.