venerdì 4 novembre 2016

CAiFA ... non lo uccidi ancora?



NON SAI CHE MOSE' ci disse di FARLO SESSI fOSSE PRE-SENTATO?

Allora condussero Gesù dal sommo sacerdote, e là si riunirono tutti i capi dei sacerdoti, gli anziani e gli scribi. Pietro lo aveva seguito da lontano, fin dentro il cortile del sommo sacerdote; e se ne stava seduto tra i servi, scaldandosi al fuoco.
Intanto i capi dei sacerdoti e tutto il sinedrio cercavano una testimonianza contro Gesù per metterlo a morte, ma non la trovavano. Molti infatti attestavano il falso contro di lui e così le loro testimonianze non erano concordi. Ma alcuni si alzarono per testimoniare il falso contro di lui, dicendo: "Noi lo abbiamo udito mentre diceva: Io distruggerò questo tempio fatto da mani d'uomo e in tre giorni ne edificherò un altro non fatto da mani d'uomo". Ma nemmeno su questo punto la loro testimonianza era concorde. Allora il sommo sacerdote, levatosi in mezzo all'assemblea, interrogò Gesù dicendo: "Non rispondi nulla? Che cosa testimoniano costoro contro di te?". Ma egli taceva e non rispondeva nulla. Di nuovo il sommo sacerdote lo interrogò dicendogli: "Sei tu il Cristo, il Figlio di Dio benedetto?". Gesù rispose:
"Io lo sono! E vedrete il Figlio dell'uomo seduto alla destra della Potenza e venire con le nubi del cielo".
Allora il sommo sacerdote, stracciandosi le vesti, disse: "Che bisogno abbiamo ancora di testimoni? Avete udito la bestemmia; che ve ne pare?". Tutti sentenziarono che era reo di morte. Allora alcuni cominciarono a sputargli addosso, a coprirgli il volto, a schiaffeggiarlo e a dirgli: "Indovina". I servi intanto lo percuotevano.

12 commenti:

  1. Una cosa del GENE-RE disse Gesù ai Farisei e l'ORO si ricordarono che Mosè parlò di LUI, indicandolo CHI dovevano GETTARE o FARE "fuORI" nel caso si FOSSE PRE-SENTATO.

    E pensare che molti TEOlogi S.O.S.tengono che Gesù, quando dice che Mosè ha parlato di LUI, ABBYA sbagliato PRO-FETO!
    Stai A.T.TENTO! Hai l'ANTItODIO per BATTIcARE questi TERRIBILI luoghi.

    (Giovanni)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'era un padrone che piantò una vigna e la circondò con una siepe, vi scavò un frantoio, vi costruì una torre, poi l'affidò a dei vignaioli e se ne andò. Quando fu il tempo dei frutti, mandò i suoi servi da quei vignaioli a ritirare il raccolto. Ma quei vignaioli presero i servi e uno lo bastonarono, l'altro lo uccisero, l'altro lo lapidarono.
      Di nuovo mandò altri servi più numerosi dei primi, ma quelli si comportarono nello stesso modo. Da ultimo mandò loro il proprio figlio dicendo: Avranno rispetto di mio figlio! Ma quei vignaioli, visto il figlio, dissero tra sé: Costui è l'erede;
      venite, uccidiamolo, e avremo noi l'eredità. E, presolo, lo cacciarono fuori della vigna e l'uccisero. Quando dunque verrà il padrone della vigna che farà a quei vignaioli?". Gli rispondono: "Farà morire miseramente quei malvagi e darà la vigna ad altri vignaioli che gli consegneranno i frutti a suo tempo". E Gesù disse loro: "Non avete mai letto nelle Scritture:
      La pietra che i costruttori hanno scartata è diventata testata d'angolo;
      dal Signore è stato fatto questo ed è mirabile agli occhi nostri?
      Perciò io vi dico: vi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che lo farà fruttificare. Chi cadrà sopra questa pietra sarà sfracellato; e qualora essa cada su qualcuno, lo stritolerà".
      Udite queste parabole, i sommi sacerdoti e i farisei capirono che parlava di loro e cercavano di catturarlo; ma avevano paura della folla che lo considerava un profeta.

      Elimina
  2. Comprensivo,davvero tollerante...misericordioso
    Questo è il Dio equo, giusto.
    Tu sei una contraddizione unica..
    L" anonimo sei tu o il tuo gemella?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il MIO DI'diMO è anGUSto!
      Via da me INNI-QUA!
      l'ONTAnati DAME'.

      Elimina
  3. Vuoi che non commento più?

    RispondiElimina
  4. o LO VUoi TU?
    angelo

    RispondiElimina
  5. SilvANA sONO io Che lo voglIO

    IO

    RispondiElimina

Se guardate solo quello che la luce rivela e ascoltate solo quello che il suono vi annuncia, allora in verità, non vedete e non sentite.